Corse a perdifiato nei mitici Anni Sessanta

4 Luglio 2013


Leggere, spensierate, frizzanti, esagerate. Sono Le mitiche estati degli Anni ’60: un tuffo nel passato per Sky Arte HD, che grazie a straordinari materiali d’epoca e al ricordo dei protagonisti di allora racconta la vita nelle località simbolo dei ruggenti sixties . Una stagione unica e irripetibile, capace di lasciare un segno indelebile nell’evoluzione del costume e della pop culture ,  creando miti che restano impressi nella memoria collettiva.

Prima puntata all’insegna dell’alta velocità per la serie, che parte alla volta delle assolate spiagge della Florida. Una condizione naturale più unica che rara quella di Daytona, dove il sole e il mare cesellano la sabbia conferendole una compattezza prossima a quella dell’asfalto: situazione ideale per gli amanti dei bolidi che, a partire dalla metà degli Anni Quaranta, hanno preso a scorrazzare sul bagnasciuga in folli e spericolate corse mozzafiato.

Tra pin-up e auto da sogno ecco l’album dei ricordi di Jochen Neerpasch, pilota tedesco pioniere del leggendario circuito Nascar, nato proprio a ridosso della spiaggia di Daytona; ed ecco la splendida Jenna De Rosnay, windsurfer professionista e al tempo stesso fashion designer, icona di stile che ha saputo trovare una sintesi efficace tra sport e moda, rinverdendo il fascino senza tempo di una stagione epica.

Dall’Oceano al Mediterraneo, da Daytona a Capri. Impresso nella memoria di un mostro sacro del cinema come Jean-Luc Godard il sogno dell’Italia negli anni del boom economico, quando l’isola era perla da scoprire, meta di un jet-set internazionale raffinato e insieme sbarazzino. Immagini eccezionali, tra la Grotta Azzurra e i Faraglioni, sottolineate dalla scatenata colonna sonora dei rockers del tempo.

La curiosità – Una corsa massacrante, che mette a dura prova la resistenza dei motori e quella dei piloti. Si corre ininterrottamente dal 1966 la 24 Ore di Daytona, corsa riservata alle auto sport-prototipo e Gran Turismo nata su ispirazione della mitica 24 Ore di Le Mans. Solo cinque gli italiani che hanno fatto parte, nel corso degli anni, degli equipaggi vincenti; tra loro Mauro Baldi, unico a fare il bis di successi. Nel 1998 e ancora nel 2002.