De Niro racconta De Niro. Di padre in figlio

25 dicembre 2014


Nel museo di Syracuse, sua città natale, gli concessero una stanza perché la usasse come studio, così da assecondare la passione per la pittura. Amore folle, dirompente, che nell’America a cavallo tra Anni Quaranta e Cinquanta gli vale le attenzioni di Peggy Guggenheim, le mostre in collezioni importanti, le docenze in prestigiosi istituti d’arte sparsi per il Paese. Poi il declino, l’oblio, la caduta nelle spire della depressione. Il rapporto tutto luci ed ombre con il figlio maggiore. Divenuto nel frattempo uno tra i più grandi attori di sempre.

Remembering The Artist vede Robert De Niro raccontare la vita e l’opera del padre, Robert De Niro senior, figura sfuggente di maudit contemporaneo. Un artista dotato di grande personalità, capace di ritagliarsi uno spazio importante nell’ambito dell’espressionismo astratto che esplode in America con il dopoguerra, ma che finisce nonostante il proprio innegabile talento nel dimenticatoio. Sconfitto dai fantasmi di una vita difficile.

Il ricordo commosso del celebre figlio vale allora come una riabilitazione postuma per un uomo che – scomparso vent’anni fa – ha vissuto in modo conflittuale il proprio ruolo di padre, travolto dalla difficoltà di accettare ma soprattutto fare accettare la propria omosessualità. Bob senior abbandona moglie e figlio quando questi è solo un bambino, si rifugia nel Greenwich Village, inanella storie sentimentali con personalità come Tennessee Williams e, si dice, anche Jackson Pollock.

Per Bob junior, futuro attore, è uno shock. Manca nella sua infanzia la figura paterna; e scotta forse ancora di più il fatto di trovarsi nella paradossale condizione, una volta cresciuto, di sentirsi lui stesso padre di suo padre: uomo fragile che si troverà a consolare e aiutare, sublimando con il suo amore di figlio, dettato dal sangue, anche il disappunto e la sofferenza per il distacco. Come ci dimostra questo documentario, che vale come ultimo affettuoso abbraccio.

La curiosità – Papà pittore, mamma… pittrice! Entrambi i genitori di Robert De Niro erano artisti: la madre Victoria Admiral è nella Peggy Guggenheim Collection e ha collaborato a lungo con la scrittrice Anaïs Nin.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close