Tutte le passioni di Monet

7 Ottobre 2015


Il suo nome è diventato icona di un’epoca e di uno stile pittorico rivoluzionario, nonché emblema della inesauribile creatività francese. Lui è il protagonista dell’eccezionale Monet Night, in onda domani su Sky Arte HD. Tra vita privata e impegno artistico, andremo alla scoperta delle tante passioni che animavano l’esistenza di una personalità circondata da grande fama, eppure riservata ed enigmatica.

L’emozionante nottata prenderà il via proprio da uno dei luoghi più cari a Claude Monet, dove i due grandi amori dell’artista – la pittura e la seconda moglie Alice – si mescolano sullo sfondo di un paesaggio incantato. Il docu-film di Philippe Piguet schiude le porte de La casa di Alice: un angolo di quiete nella lussureggiante natura di Giverny, scelto da Monet come ritiro dalla frenesia parigina. È proprio Alice – compagna fedele e musa ispiratrice del pittore, che la convinse a seguirlo nella sua splendida dimora – a farci da guida tra le pieghe dell’animo di Monet. Grazie agli intensi rapporti epistolari che Alice intratteneva con amici e familiari, conosceremo successi e tormenti, vizi e virtù dell’artista, nel racconto della persona a lui più vicina.

Dalla vita privata all’immagine pubblica il passo è breve, come la distanza tra Giverny e Parigi, cuore pulsante del movimento impressionista del quale Monet fu uno dei maggiori interpreti. La Ville Lumière ospita una delle istituzioni museali che ha segnato la fortuna dell’Impressionismo, l’ex stazione ferroviaria più volte ritratta dai pittori amanti dell’en plein air e poi trasformata in luogo espositivo: il celebre Musée d’Orsay. In concomitanza con la recente apertura della mostra Monet. Dalle collezioni del Musée d’Orsay – inaugurata alla GAM di Torino lo scorso 2 ottobre – conosceremo La storia segreta del museo francese, in cui si intrecciano le vicende di Manet, Degas, Monet, Renoir, Cézanne, Van Gogh, Gauguin e di tutti i prestigiosi nomi che hanno fatto la storia dell’arte europea del secondo Ottocento.

Innovativi e dotati di ineccepibile talento, Monet e compagni seppero conquistarsi nei decenni la fama di cui godono ancora oggi. Ma la loro vicenda fu tutt’altro che pacifica. Ce lo dimostra Lo scandalo impressionista, documentario incentrato sulle tensioni che agitarono il gruppo di giovani irruenti artisti destinati a cambiare il mondo. Tra i loro nomi – poi divenuti leggendari – spiccano ancora quelli di Courbet, Pissarro, Renoir, Berthe Morisot e ovviamente Monet, riuniti per la prima volta nella celebre mostra del 1874. Da allora il mondo dell’arte non sarebbe più stato lo stesso, come dimostrano le preziose testimonianze dell’epoca proposte dal documentario.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #MonetNight.