La notte si accende, con il rock degli Who

1 Settembre 2015


Ribelli, rivoluzionari, anticonformisti. Portavoce di una società che voleva rinnovarsi e simbolo della carica adrenalinica di una generazione intenzionata a lasciare un segno indelebile sul proprio presente e sul futuro. Gli Who sono stati la band che in modo consapevole e maturo ha incarnato il senso di libertà alla base del rock, dando vita ad uno stile unico e inconfondibile, marchio di fabbrica di un gruppo divenuto leggenda.

Roger Daltrey, Pete Townshend, Keith Moon e John Entwistle sono protagonisti della The Who Night in onda domani sera su Sky Arte HD. Una notte all’insegna del rock più acceso, firmato da una band che, con fatica e talento, ha saputo guadagnarsi un posto di prim’ordine nella storia della musica. Sono passati oltre cinquant’anni da quando gli Who si affacciarono sulla scena live, contendendo il palco ai due mostri sacri del rock britannico – i Beatles e i Rolling Stones -, eppure le loro esibizioni restano scolpite nella memoria.

La serata omaggio al gruppo londinese si aprirà proprio con uno straordinario live, testimonianza dell’incredibile successo che la band continua a riscuotere anche in tempi recenti. The Who: Quadrophenia Live in London catapulterà gli spettatori di Sky Arte HD nella Wembley Arena della capitale britannica, dove gli Who tennero lo show conclusivo del loro Quadrophenia and More tour, targato 2013. Un’esibizione memorabile, organizzata per festeggiare il quarantesimo anniversario dell’uscita di un disco dal successo planetario, contenente brani indimenticabili come I Am The Sea e Helpless Dancer.

Un concept album entrato nella leggenda, al punto da ispirare l’omonimo film musicale diretto nel 1979 da Franc Roddam, con un giovane Sting a vestire i panni del giovane ribelle Ace. Il documentario The Story of Quadrophenia ripercorre la genesi di uno dei dischi che hanno reso grande il rock, grazie a interviste esclusive e a incredibili materiali d’epoca. Seguendo un doppio filo – quello prettamente musicale e quello legato all’influenza degli Who sulla cultura visuale e sulla moda del periodo – il lungometraggio conferma il ruolo giocato dalla band nel forgiare l’immaginario collettivo tra gli anni Sessanta e Settanta.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #TheWhoNight.