Il rock è storia, insieme agli U2

25 Agosto 2015

U2 - From the Sky Down

La nottata di domani sarà lunga ed elettrizzante per gli spettatori di Sky Arte HD. La band irlandese più acclamata di sempre racconterà la sua incredibile storia, svelando i retroscena di una sfolgorante carriera nel corso della U2 Night. Dai primi, travolgenti successi alle inevitabili incomprensioni, Bono e compagni illumineranno i dietro le quinte di un gruppo che cavalca il successo da oltre trent’anni, senza smettere di evolvere il proprio sound.

Sarà proprio la viva voce di Bono, The Edge, Adam Clayton e Larry Mullen a intrecciare un racconto emozionante, che prenderà le mosse da uno dei più famosi album della band – The Joshua Tree, pubblicato nel marzo del 1987.  A distanza di una settimana dalla sua uscita, il disco aveva già venduto 250mila copie soltanto in Gran Bretagna. Negli Stati Uniti la risposta del pubblico non fu da meno, visto che per 58 settimane – più di un anno – il disco è rimasto nella Top 40 della classifica di Billboard. Evidentemente il mondo non poteva ignorare un album così significativo, con una tracklist contenente singoli divenuti leggendari come With Or Without You e I Still Haven’t Found What I’m Looking For. Un Classic Album che ha rappresentato un punto di svolta nella storia degli U2, trasformandoli all’improvviso in superstar del rock.

E sono proprio le difficoltà derivanti da un successo così impetuoso ad essere rivelate dalla band nel corso del documentario U2: From the Sky Down. Il racconto stavolta partirà dalla pubblicazione dell’album Achtung Baby, altra pietra miliare nella carriera del gruppo, soprattutto nell’ambito dei rapporti tra i suoi componenti. Il disco, definito da Bono “il suono di quattro uomini che abbattono The Joshua Tree”, ha in effetti rappresentato una fase di grande rinnovamento stilistico per la band. È altrettanto noto che Achtung Baby abbia messo a dura prova la coesione interna del gruppo, portando alla luce divergenze di opinione sul tipo di sound da dare all’album. Eppure la band è riuscita a “sconfiggere le spinte gravitazionali verso la scissione” del gruppo, come ha osservato il regista del documentario – Davis Guggenheim, che ha aggiunto: “Gli U2 sono riusciti a tener duro e crescere ancora. Il mio film spiega perché ce l’abbiano fatta”.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #U2Night.