La materia più difficile da insegnare

8 Settembre 2015


Il rapporto tra eros e società ha smesso ormai di essere un tabù, ma è ancora tutto da leggere e interpretare: senza malizia, senza cedere alle pruderie; guardando in modo attento e curioso a dinamiche che hanno segnato l’evoluzione del costume e le stesse relazioni tra persone.
In onda nella tarda serata di mercoledì 9 settembre, il documentario Sex & Education – La grande illusione sintetizza – con uno sguardo spesso ironico e divertito – le difficoltà che continuano a persistere in tema di educazione sessuale.

Quando ci approcciamo al sesso per la prima volta, non veniamo a conoscenza soltanto dei puri fatti biologici: ciò che impariamo è profondamente legato alla nostra stessa identità, quindi al modo in cui entreremo in relazione con i nostri partner in futuro.
Purtroppo, molti degli intervistati per il documentario ricordano una cosa in particolare, della loro scoperta del sesso: una serie di emozioni non proprio positive, che vanno dall’imbarazzo allo shock.

Come mai? Ripercorrendo l’attitudine morale e culturale della società statunitense nei confronti del sesso, non tarderemo a darci una risposta. Tramite un intelligente montaggio, infatti, il film ci mostrerà l’evolversi della tematica sociale negli anni, esaminando filmati e proiezioni realizzate per l’educazione sessuale dei più giovani dal 1910 ai nostri giorni.
Talvolta potremo persino apprendere qualche nuova informazione sul tema trattato, ma non facciamoci illusioni: tra un sorriso e un’alzata di sopracciglio, finirete per chiedervi anche voi per quale motivo un argomento così naturale – perché connaturato all’essere umano – debba essere spiegato in modi così “originali”, per usare un eufemismo…