Estate in Puglia, sulle tracce di Federico II

19 Agosto 2015

Castel del Monte

Se la Puglia in anni recenti è entrata di diritto nelle guide turistiche di italiani e stranieri, è merito del suo straordinario paesaggio. Di certo, a essere maggiormente conosciuti sono uliveti millenari e spiagge incontaminate, ma la regione può contare su una storia artistica e culturale altrettanto ricca.

Insieme ad Autostrade per l’Italia, questa settimana raggiungeremo la costa pugliese per scoprire la terra di Federico II… di Svevia. La nuova tappa di Sei in un Paese Meraviglioso ci porta infatti a visitare la straordinaria eredità lasciata in Puglia dall’Imperatore del Sacro Romano Impero, vissuto tra la fine del XII secolo e la metà del Duecento.
Nipote del Barbarossa, discendente sia dagli svevi della Germania che dagli Altavilla della Normandia, in realtà già gli storici del suo tempo ribattezzarono Federico II “fanciullo di Puglia”. Grazie al suo straordinario spessore intellettuale, infatti, la regione italiana visse sotto il suo regno un periodo di vivace attività culturale.

Lo testimoniano tuttora i magnifici castelli dislocati lungo la costa adriatica, a cominciare dal più celebre Castel del Monte. Inconfondibile la sua fisionomia, grazie a una pianta ottagonale sottolineata da monumentali torrette, innestate su ciascuno spigolo. Il rigore matematico del progetto, con i suoi riferimenti astronomici, unito a una visione armonica dell’insieme che ha permesso di fondere le culture del nord Europa, le conoscenze del mondo islamico e le aspirazioni dell’antichità classica, fanno di questo edificio un Patrimonio dell’Umanità, riconosciuto come tale dall’UNESCO nel 1996.

Nella seconda parte del nostro itinerario, la magnifica Bianca Guaccero ci guiderà invece alla scoperta della vita di Bitonto, città natale dell’attrice di origini pugliesi, che mostra di mantenere salde le sue radici culturali, rinnovandole ancora una volta grazie al nostro esclusivo viaggio.