Finalmente Edimburgo! Arrivo al fotofinish

10 Febbraio 2014


Hanno percorso in linea d’aria quasi tremila chilometri. Fatti di incontri, suggestioni, emozioni; ma anche timori e difficoltà, adrenalina, attimi impegnativi ed altri esaltanti. Hanno attraversato l’Europa da un capo all’altro: partendo da Atene e risalendo poi l’Italia, spostandosi in Svizzera e dividendosi poi tra Francia e Germania. Alla volta di Edimburgo, meta finale che ora si palesa – finalmente! – davanti ai loro occhi…

Ultima puntata ed ultime performance per i concorrenti di Art of Survival, la serie che mette l’una contro l’altra due coppie di artisti. Da un lato Lindsey, cantante d’opera, e la violoncellista Li Lu; dall’altro Johan, professione ritrattista, e la musicista classica Janie. Chiamati a muoversi lungo il Vecchio Continente senza un euro in tasca, procurandosi di che vivere solo grazie alla propria arte; trasformandosi in buskers pronti a tutto pur di essere i primi a tagliare il traguardo.

Gli ultimi giorni della sfida vedono i nostri eroi muoversi in contesti tra loro diametralmente opposti. Li Lu e Lindsey sono già approdate in Gran Bretagna: eccole muoversi per le strade di Londra, alla ricerca del posto migliore dove esibirsi per raggranellare i soldi necessari a raggiungere la Scozia. Peccato che Trafalgar Square, Leicester Street e gli altri spazi che hanno scelto come teatro siano tassativamente vietati agli artisti di strada…

Janie e Johan si trovano invece ad Amsterdam, dove puntano tutto sulle doti pittoriche di quest’ultimo per riuscire a rimettersi in marcia. Eccoli passare in rassegna, una dopo l’altra, tutte le gallerie della città: nella speranza di riuscire a piazzare il colpo che può dare una svolta alla loro vita. Riusciranno a vincere le simpatie dei mercanti olandesi e colmare il gap che li separa dalle avversarie?

La curiosità – Per molti, certo: ma non per tutti. Londra impone regole molto severe a chi voglia esibirsi per strada, riconoscendo l’attività dei busker come un vero e proprio lavoro. Per poter suonare a Covent Garden o nelle altre zone di maggior flusso turistico è necessario in primo luogo registrarsi sugli appositi siti web creati dal governo britannico, pagare una tassa per l’occupazione del suolo pubblico e addirittura sostenere un’audizione…