Quattro stanze per un unico affare

20 Gennaio 2015


Questa sera, alle 21:10, Sky Arte HD vi permetterà di entrare nuovamente nelle Four Rooms più temute dai venditori di opere d’arte e memorabilia della Gran Bretagna. Dietro ogni porta, come di consueto in questa nuova serie in prima visione sul canale Sky dedicato all’arte, sono in paziente attesa quattro art dealers pronti a darsi battaglia, per concludere l’affare dell’anno.

Anche in questa seconda puntata, il fortunato possessore dell’oggetto conteso dovrà giocarsi attentamente le sue carte. Non ci sono regole, nel mercato dell’arte e degli oggetti di valore, tranne una: ogni volta che il venditore si chiude una porta alle spalle, rifiutando l’offerta che l’estimatore di turno gli ha appena fatto, mette fine a qualsiasi trattativa. Se proprio quella quotazione dovesse infine rivelarsi la migliore, delle quattro offerte, non c’è ripensamento che tenga: le regole sono regole!

Intuito e sangue freddo sono i principali talenti che decretano il successo di un affare, in particolar modo tra gli intermediari di oggetti d’arte. Per tutelare i loro patrimoni personali senza sperperarli in investimenti fallimentari, i nostri esperti hanno imparato a valutare con occhio critico qualsiasi offerta e il potenziale guadagno che potrebbe derivare da un acquisto. Poco importa che si tratti di un vestito indossato da Amy Winehouse o di una maschera di epoca napoleonica: conta la capacità di aggiudicarsi l’oggetto che promette di farsi piazzare meglio sul mercato.

Da parte sua, il venditore o l’artista stesso – autore dell’oggetto in offerta – dovrà fare iconti con il suo amor proprio, mettendo da parte i legami emotivi con l’opera in suo possesso per giudicare lucidamente qualsiasi offerta gli venga fatta: è davvero troppo bassa per essere accettata? Non è forse meglio accontentarsi, piuttosto che tornare a casa a mani vuote?

La curiosità – Tra gli art dealers che si avvicendano durante la serie conosceremo anche Tamara Beckwith, con cui il pubblico inglese ha già molta familiarità. Oltre a essere la comproprietaria della Little Black Gallery nel quartiere di Chelsea, a Londra, Tamara è infatti una vera star della televisione britannica.