Gallery Girls: questione di fiuto

16 Settembre 2013


Quale sarà l’opera che vale una carriera? La caccia è aperta per le Gallery Girls, sette giovani e ambiziose aspiranti protagoniste del luccicante art-world newyorchese. Eroine della serie che svela su Sky Arte HD i retroscena e i meccanismi di una delle più frizzanti piazze dell’arte contemporanea internazionale. Il sogno, condiviso, è quello di sfondare. Le strade percorse per raggiungere l’obiettivo sono le più diverse, accomunate però da un percorso… in salita!

I creditori volteggiano minacciosi come falchi nel cielo della End Of Century, la galleria inaugurata con grande coraggio da Claudia e Chantal. È necessario fatturare al più presto: serve dunque trovare l’autore che faccia fare il salto di qualità. Il tempo stringe, le ragazze si lanciano in una frenetica attività di scouting. Riusciranno ad estrarre dal cilindro il nome giusto per lanciare la propria attività?

Tempo di scelte importanti anche per Amy e Kerri, involontarie avversarie di una sfida fratricida. Il loro capo, la celebre art advisor Sharon Hurowitz, manda entrambe a visionare una mostra con il compito di acquistare un pezzo per la sua collezione. Una prova per saggiare il gusto ma anche il fiuto per gli affari delle ragazze: si lasceranno guidare dall’istinto o dal calcolo, dal valore artistico o da quello puramente finanziario e speculativo?

Si alza l’asticella, la corsa verso il successo entra nel vivo e si fa sempre più spericolata. Crescono, quindi, anche le tensioni e i motivi di frizione: ne sanno qualcosa Amy e Kerri, al centro di un vivace e tutt’altro che amichevole scambio di opinioni. Visioni diverse, stili di vita divergenti, gelosie e inevitabili ripicche: nel mondo dorato dell’arte non c’è posto per tutti. E le gallery girls  affilano le proprie armi per la battaglia finale.

La curiosità – L’arte si vende meglio… con un cappuccino in corpo! Vera e propria icona del life-style, Sharon Hurowitz è “attenzionata” dai più importanti fashion blogger newyorchesi: la pagina di gossip del New York Times  la segnala come assidua frequentatrice di ristoranti e caffè italiani. Il suo preferito? Il meneghino Sant Ambroeus , all’incrocio tra la 77esima e Madison, nell’Upper East Side.