George Lucas, una guerra tutt’altro che… stellare!

9 Gennaio 2014


Il capo d’imputazione è gravissimo: alto tradimento. La giuria inflessibile, anche se a conti fatti forse un po’ prevenuta nell’esprimere il proprio giudizio. E dunque il verdetto non può che essere uno: colpevole! Alla sbarra George Lucas, leggendario regista e producer che ha cambiato grazie al suo sguardo visionario il modo di fare cinema. Il tribunale a cui è chiamato a rispondere del suo “crimine” è quello, ovviamente virtuale, allestito dai fan della prima ora. Scioccati da quello che vivono come un sacrilegio: ritoccare Guerre Stellari .

Non è senza ironia che Alexandre O. Philippe ci racconta The People vs. George Lucas, storia del clamoroso divorzio tra il cineasta e una frangia del suo pubblico più affezionato. Letteralmente sconvolto dal restyling della trilogia originale della celebre saga di fantascienza, con i discussi interventi di cambiamento del plot (a vent’anni dall’uscita nelle sale!); a dir poco inviperito nei confronti della nuova fatica professionale del loro idolo, con il fiasco dei prequel prodotti dalla fine degli Anni Novanta.

Nel documentare la risposta degli appassionati di cinema, il film scava in profondità e porta alla luce il sottobosco nerd e geek che si nutre dell’effimera mitologia della celluloide e, al tempo stesso, alimenta il lucroso business dell’indotto che ruota attorno alla fabbrica dei sogni. Philippe si muove negli anfratti di un merchandising minuzioso e rigoroso, partecipa a convention e meeting dove la realtà sembra superare la fantasia; incontra uomini e donne che vivono all’ombra della lucida illusione generata dal film.

L’oggetto dell’osservazione si sposta, allora, sulle pieghe di una società in crisi di identità e valori; ingenua nel cercare in un fanatismo innocuo ma non per questo meno inquietante, facili risposte a domande al contrario molto complesse. Lasciando sottotraccia un ulteriore interrogativo, tanto pressante quanto determinante, sulla titolarità dell’opera d’arte. Appartiene a chi la crea oppure diventa proprietà pressoché esclusiva del pubblico?

La curiosità – Finirà mai il progetto di Guerre Stellari? Dopo la prima trilogia uscita tra 1977 e 1983 e la seconda, nelle sale a partire dal 1999, arriva nel 2012 l’annuncio di un’ulteriore tris: regia di J.J. Abrams per il primo episodio della nuova serie, prevista al cinema nel 2015. Ma c’è di più: con l’acquisizione della LucasFilm da parte di Disney entrano in lavorazione altri film, spin-off dedicati ad approfondire le vicende di singoli personaggi della serie originale…