Nella giungla di Hollywood

2 luglio 2014


Ogni mattina, a Hollywood, un regista si sveglia e sa che dovrà correre più veloce di chiunque altro. Più degli altri cineasti, pronti a soffiargli finanziamenti e attenzioni; più dei dirigenti delle case di produzione, distratti da centinaia di progetti; più di attori e attrici, spesso bizzosi e irascibili come autentiche primedonne. Ogni mattina, al suo sorgere, il sole illumina la fabbrica dei sogni per ciò che essa è in realtà: una giungla. Dove vige la legge del più forte.

Più che un semplice viaggio dietro le quinte questo Seduced and Abandoned , titolo che Sky Arte HD sceglie tra i tanti che hanno accompagnato, nelle ultime edizioni, la ventennale esperienza del Biografilm Festival di Bologna, rassegna interamente dedicata al cinema raccontato in prima persona. Davanti e dietro la macchina da presa James Toback, che svela i meccanismi perversi e a tratti semplicemente incomprensibili che regolano la nascita di un progetto. Determinandone successi o fallimenti.

L’azione si svolge nell’estate del 2012 in quel di Cannes. Sono i giorni del celeberrimo festival: quale occasione migliore per entrare in contatto con investitori, case di produzione e distribuzione, star, tecnici e tutto il variegato mondo che sottende alla creazione di un film? Toback riempie la propria valigia di sogni ed idee, sale su un aereo con l’amico Alec Baldwin e prova a giocare le proprie carte.

Nasce un processo metanarrativo, ovvero un film su un film. O meglio: un film su un presunto, ipotetico film. La telecamera registra i contatti, gli incontri, le promesse, le illusioni e disillusioni; le difficoltà di muoversi in un ambiente dove le relazioni sono spesso impostate su rapporti di forza e tensioni, difficilmente limpide e oneste. Toback fotografa con sguardo da cronista consumato le meccaniche impietose che regolano un gioco dove vince sempre e solo il più forte.

La curiosità – Mi ritiro, anzi no! È il 2009 quando Alec Baldwin annuncia in una intervista di voler abbandonare il mondo dello spettacolo una volta conclusi i suoi impegni con la NBC, per cui lavora nella serie 30 Rock . Un proposito cui non darà seguito, come dimostra la sua presenza – sul piccolo e grande schermo – negli anni a venire.