Gli enigmi del cinema di Kubrick

15 Maggio 2015


Sky Arte HD omaggia con una serata speciale – anzi, una notte intera! – il talento e il genio cristallino di Stanley Kubrick. Qualsiasi genere cinematografico abbia affrontato, dall’horror al film in costume, il grande regista ha sempre rinnovato stili e convenzioni fino a creare capolavori inimitabili. Il suo cinema non è mai stato banale, al contrario: la densità di simbolismi è tale che, ancora oggi, molto del “non detto” nei suoi film resta ancora “da dire”.

Nell’intento di comprendere appieno il percorso artistico del cineasta, la nostra Kubrick Night inizia compiendo un salto indietro nella sua carriera cinematografica, a scoprirne il primissimo lavoro, Fear and Desire. Opera prima dal titolo programmatico, che però il regista rinnega una volta giunto alla maturità artistica: è giunto il momento di riscoprirla…

A proposito di rivelazioni, Rodney Ascher si è dedicato allo svelamento dei più intriganti segreti di Kubrick: con il suo documentario Room 237, setaccia fotogramma per fotogramma il mitico film Shining, tra le pellicole più conosciute e apprezzate del celeberrimo cineasta. Una discesa nel mondo onirico e visionario di un grande dell’immagine, inarrivabile narratore ed eccezionale tessitore di trame dall’altissimo impatto emotivo.

Per raccontare il mondo con tanta meticolosa precisione servono due requisiti fondamentali. Una sensibilità e capacità di osservazione fuori dal comune, ma anche una fitta documentazione; un catalogo di spunti, notizie e informazioni. Stanley Kubrick aveva entrambi. E se le doti di uno dei più grandi registi di sempre sono sotto gli occhi di tutti, altrettanto non si può dire per L’archivio segreto di Stanley Kubrick, alla cui rivelazione assisteremo nel corso dell’omonimo docu-film, a chiusura della nostra Kubrick Night.

Commentate anche voi la serata sui social network seguendo l’hashtag #KubrickNight.