Il più grande falsario di tutti i tempi

31 ottobre 2014


Ecco cosa succede quando a scuola non si asseconda e incoraggia il talento dei ragazzi! Han van Meegeren? Per i suoi docenti all’Accademia di Belle Arti non sarà mai un artista nel senso compiuto del termine. Certo, la manualità in potenza c’è: mancano però l’estro, il guizzo, la genialità. Meglio dedicarsi ad altro, cambiare prospettive, inventarsi un modo diverso per procurarsi da vivere. Un consiglio che il giovane Han segue… alla lettera!

Art Investigation, la serie prodotta dalla BBC che indaga con il piglio del giallo d’autore i più grandi misteri dell’arte, ci porta sulle tracce del più abile falsario che l’Europa abbia mai conosciuto, personalità eclettica e sfuggente, capace di buggerare grazie a una tecnica impressionante e alla conoscenza dei più raffinati metodi di sofisticazione, musei e collezioni di eccezionale serietà e importanza. E non solo.

Esperto di pittura fiamminga del Seicento, l’olandese Van Meegeren ha l’ardire di piazzare i suoi falsi anche ai gerarchi nazisti che durante la Seconda Guerra Mondiale tentano di impossessarsi di capolavori assoluti per le proprie collezioni personali. Il Vermeer posseduto da Hermann Göring? Era in realtà un Van Meegeren! E quello di cui si vantava Heinrich Himmler? Stessa mano e stesso autore!

La giornalista Fiona e il critico d’arte Paul, protagonisti della serie, ci accompagnano a Londra: è nelle sale di un prestigioso istituto di ricerca che proveremo a identificare uno tra i tanti quadri attribuiti all’abile falsario. Già, perché la morte improvvisa e prematura di Han nel 1947 solleva mille interrogativi: in assenza di un catalogo delle sue opere come fare a capire quante e quali patacche sono ancora in circolazione per i musei di mezzo mondo?

La curiosità – Silenzio in aula, il pennello all’artista! La vendita di quadri ai nazisti costa a Van Meegeren, nel dopoguerra, un processo per collaborazionismo. Per dimostrare la propria innocenza e quindi di avere raggirato il nemico, alleggerendo così la sua posizione, si mette a dipingere durante una delle udienze: riproducendo un Vermeer in modo tanto preciso da scagionarsi.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close