I big della moda sfilano su Sky Arte

20 Febbraio 2014


Grandi maestri del passato e guru dei giorni nostri, nomi che sono sinonimo di stile e raffinatezza, architetti di sogni e magici creatori di bellezza. Il mondo della moda si rivela senza filtri: è la voce dei suoi protagonisti ad accompagnarci in un’atmosfera affascinante e contraddittoria, splendida e al tempo stesso feroce nei suoi ritmi esagerati e nella tensione sempre al massimo. Sulla passerella di Sky Arte HD va in scena la più intrigante delle Fashion Night.

Si parte con le più esclusive confidenze di una figura entrata nella leggenda. Chi meglio di Karl Lagerfeld può scavare a fondo nei segreti di… Karl Lagerfeld? Nella lunga intervista condotta da Loïc Prigent scopriamo i ricordi d’infanzia, il rapporto con i genitori, le motivazioni profonde che si celano dietro la scelta di abbandonare la Germania e raggiungere – siamo nel Dopoguerra – la fascinosa Parigi. Osserviamo, insomma, Lagerfeld secondo Lagerfeld.

Da un re della moda ad un altro:  scopriamo le verità di Christian Dior – L’uomo oltre il mito. La vita di uno tra i più grandi trend-setter di sempre viene evocata da un documentario che attinge a introvabili materiali d’archivio e si fonda sui ricordi e le riflessioni dei big della moda. Con la voce di Pierre Cardin, da mezzo secolo re indiscusso delle sfilate; e con quella di John Galliano, che rivela il debito delle nuove generazioni nei confronti dell’osannato maestro.

Tocca poi a Tom Ford raccontarsi in prima persona nel corso di Visionaries, ricordando i suoi esordi alla maison Gucci e ripercorrendo le tappe della sua carriera. Com’è lavorare accanto a Tom? La risposta nelle parole della top-model Karen Elson e in quelle di Colin Firth, protagonista del primo film diretto dallo stilista. Il premiatissimo A single man. In chiusura di serata ecco Jean-Paul Gaultier, Oliviero Toscani e naturalmente Karl Lagerfeld spiegarci chi sia Inès de La Fressange – La musa di Chanel: modella più richiesta degli Anni Ottanta. La prima di tutte le top…

La curiosità – Una interpretazione straordinaria quella di Colin Firth in A single man , che vale all’attore la Coppa Volpi come miglior attore alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia e, nello stesso anno – era il 2009, la nomination all’Oscar. Statuetta sfuggita di un soffio ma acciuffata due anni dopo per la sua prova ne Il discorso del re .