Il conflitto mondiale, visto dagli artisti

23 Maggio 2015

Mostra La Grande Guerra Gallerie d'Italia

Nell’anno del centenario, la Prima Guerra Mondiale è oggetto di diverse iniziative culturali che hanno luogo in tutta la penisola italiana. Una di queste rassegne merita una menzione speciale già solo per l’ambizione e l’ampiezza della sua portata: La Grande Guerra – Arte Luoghi Propaganda è una mostra tri-partita, nel senso che ha sede contemporaneamente in tre città quali Milano, Vicenza e Napoli.
La peculiare caratteristica di questa esposizione (o sarebbe meglio usare il plurale!) è una conseguenza del lavoro sinergico delle tre sedi delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo (di cui avremo modo di conoscere in un’intervista il presidente del consiglio di sorveglianza, il banchiere Giovanni Bazoli), che ospitano altrettanti “capitoli” di un’unica indagine artistica.

Oltre alla pluralità delle sedi, la mostra riesce a ricostruire il periodo storico attorno alla Grande Guerra – dalla Belle Époque fino alla propaganda militarista del primo fascismo – offrendo diversi punti di vista sul tema.

Nello Speciale dedicato alla mostra, in onda su Sky Arte HD nella serata di domenica 14 maggio, avremo così modo di conoscere la rappresentazione artistica della sofferenza come dell’eroismo, fino alla celebrazione estetica della guerra come ideologia astratta, a opera del Futurismo. Potremo così cogliere, in una fitta sequenza di immagini rare e memorabili, quell’evento epocale in tutta la sua portata, dalle premesse alle conseguenze che durano ancora oggi.