Il tocco country del vecchio Sud

25 novembre 2014


Intense ballads  dominate dagli accordi pieni delle chitarre acustiche, la voce malinconica del violino che si alterna a quella singhiozzante e sincopata del banjo: c’è aroma di country nel sud degli Stati Uniti, là dove la tradizione del folk irlandese arrivata secoli fa con gli immigrati dell’Isola di Smeraldo si è sposata al blues,  trasformandosi nel corso del tempo fino a costituire uno tra i filoni più vivaci e frizzanti del rock. Romantico, vibrante, scatenato: puro southern !

La carovana dei Foo Fighters ci porta a Nashville, Tennessee, capitale della musica tradizionale a stelle e strisce: è qui che Dave Grohl e soci si spingono per una nuova tappa nell’avventura di Sonic Highways, loro ultimo album. Un gioiello con otto canzoni registrate in altrettante città degli States, rispondendo ognuna al genius loci  respirato on the road , grazia alla collaborazione di inattesi compagni di viaggio. Un progetto documentato per immagini: con la serie fermata dallo stesso Grohl, al debutto in veste di regista.

Tutto in America nasce dal country. Sia che si sviluppi in forma di rock song , sia che parta per la tangente del pop: ogni brano porta in nuce, a volte ben nascosta a volte invece orgogliosamente esplicitata, una comune radice culturale. Non è allora un assurdo che Dave Grohl e soci siedano a tu per tu con intramontabili stelle del bluegrass come Emmylou Harris e Dolly Parton, e con il poeta e anima della controcultura country Willie Nelson.

Appuntamento, infine, ai Southern Ground Studio per registrare Congregation , uno dei pezzi che compongono Sonic Highways. Brano che si avvale del prezioso contributo di uno tra i più grandi rocker americani di nuova generazione: Zac Brown. Le sue chitarre contribuiscono a dare al pezzo dei Fighters tutto il calore del southern rock  più appassionato e vigoroso, evocando i riff incendiary di ZZ Top e Lynyrd Skynyrd.

La curiosità – Diversi i cameo che hanno visto il leggendario Willie Nelson impegnato sul piccolo e grande schermo. Le sue parti più corpose? Quella del mitico zio Jesse nel film che ha portato al cinema l’epopea di Hazard  (2005) e poi quella di… Nelson stesso! Il cantante ha interpretato se stesso in Sesso e potere , al fianco di Robert De Niro e Dustin Hoffman, e ancora in Swing Vote  con Kevin Costner.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close