John Lennon, l’americano

15 Maggio 2015

John Lennon e Yoko Ono, Bed-in nel marzo del 1969 ad Amsterdam (Photo by /AFP/Getty Images)

A dispetto di quanto è successo a molte “boy band” della storia contemporanea, i Beatles si sono rivelati artisticamente longevi e ancor più maturi, ben oltre l’iniziale “mania” che ha portato i Fab Four di Liverpool al centro dei sogni – e delle isterie – di un’intera generazione sparsa in ogni angolo del globo. Persino dopo che i Beatles hanno smesso di essere tali, le carriere soliste dei suoi componenti hanno continuato a riservare gioie e sorprese.

Non fa eccezione John Lennon, la cui eredità artistica non è stata messa in discussione neppure dalla precoce – e drammatica – scomparsa. Sky Arte HD riserva al “dreamer” la serata di domenica 17 maggio, proprio a cominciare dal suo primo album realizzato fuori dalla band di Liverpool. Alle 20:10, la Lennon Night inizierà proprio con uno dei Classic Albums a cui John Lennon ha messo la sua inconfondibile firma stilistica: è il disco Plastic Ono Band, di cui amici e collaboratori – come lo stesso Ringo Starr – ripercorrono il making of.

Dall’album in studio a una pubblicazione live: in prima serata approdiamo quindi al Madison Square Garden di New York. È il 30 agosto 1972 e John Lennon prende parte al più grande concerto di tutta la sua carriera, organizzato a favore di una raccolta fondi in aiuto dei bambini affetti da disabilità mentali. John Lennon – Live in New York è il titolo del disco che nascerà da questo emozionante evento, nonché del programma trasmesso domenica sera in prima visione da Sky Arte HD; un’esibizione in cui il cantautore propone alcune delle sue canzoni più famose, da Imagine a Power to the People, e persino un omaggio a Elvis Presley.

Si è quindi fatta strada, nel corso della nostra serata, l’immagine di John “l’americano”, che insieme alla moglie ha eletto la Grande Mela a propria patria. Una scelta motivata e raccontata da Michael Epstein nel suo LennoNYC, documentario che spiega le ragioni di quella radicale scelta di vita. Grazie al contributo e al ricordo di chi all’epoca ha vissuto e lavorato a stretto contatto con l’artista: partendo da Elton John e arrivando naturalmente a Yoko Ono.

Il rapporto tra l’ex Beatle e gli Stati Uniti non sarà sempre idilliaco, anzi. U.S.A. contro John Lennon è, appunto, il racconto per immagini con cui David Leaf e John Scheinfeld hanno ricostruito la lunga e controversa battaglia che ha visto Lennon confrontarsi duramente con l’establishment americano. Esclusivi filmati d’epoca e interviste ai testimoni contribuiscono a ricostruire il progressivo impegno dell’artista come sostenitore del pacifismo in piena guerra del Vietnam: dalle prime battaglie fino ai leggendari Bed-in . Una sfida al Sistema che procede senza esclusione di colpi, e che vede John messo alla berlina: dai conservatori e dagli estremisti cristiani, che non tollerano la sua condotta di vita libera e disinibita. E dallo stesso governo a stelle e strisce.

Seguite e commentate con noi la serata speciale sui social network, grazie all’hashtag #LennonNight.