Kenny fulminato sulla via… dell’Ohio!

29 Luglio 2013


Niente Route 66. Niente strade blu. Ma un appassionato coast to coast  lungo i sentieri dell’arte. Seconda settimana in viaggio per Ben Sargent e Kenny Harris, protagonisti dell’incredibile corsa di Art Race, serie che vede i due artisti sfidarsi l’un l’altro e al tempo stesso sfidare se stessi. Il primo parte da Los Angeles alla volta di New York, l’altro è chiamato a compiere il tragitto inverso: in tasca un solo dollaro e la necessità, dunque, di guadagnarsi da vivere con la propria arte.

Più mille dollari. Un vantaggio rassicurante per Ben, subito a proprio agio nell’atmosfera calda e rilassata della West Coast. Non è stato facile convincere gli integerrimi dipendenti del MoCA di Los Angeles a lasciarlo dipingere sui gradini del museo, ma la potenza dell’arte sa limare ogni tipo di incomprensione. E lo scultore di Brooklyn prende il largo. Disegnando e vendendo, trovando tra i suoi primi collezionisti – poteva essere altrimenti? – anche un italiano!

Ben se la spassa, scorrazzando in taxi alla volta di Bisbee, Arizona. Dove lo aspetta un’amica artista scovata casualmente chattando in rete: sul suo divano ci sarà posto per lui? Kenny non è altrettanto fortunato. Il clima della East Coast sembra rispecchiarsi nel carattere delle persone che incontra: fredde, scostanti, decisamente poco collaborative. Il piatto piange, il gap nei confronti di Kenny si fa ogni giorno più ampio…

Ma la provvidenza corre in soccorso a Kenny proprio quando il morale tocca il suo punto più basso. Ecco profilarsi all’orizzonte Clarence, predicatore della comunità mennonita nella sperduta Kidron, Ohio: un incontro determinante per rinfrancare il povero pittore, sempre più intristito dall’esito di una gara che lo vede in forte difficoltà. Siamo alla svolta, Kenny riacquista fiducia in se stesso e torna in carreggiata. Il viaggio riprende.
La curiosità –  Non sarà annoverato come uno tra i principali centri culturali degli Stati Uniti, ma l’Ohio non è certo avaro di piccoli grandi tesori dell’arte. Su tutti i 40mila pezzi del Cleveland Museum of Art, che annovera tra i propri capolavori una copia del celebre Pensatore  di Auguste Rodin (danneggiando da un vandalo negli Anni Settanta) e la Crocifissione di Sant’Andrea  del Caravaggio.