Kurt e Krist. La rabbia giovane

7 Aprile 2014


Il primo è un ragazzone taciturno e scontroso, altissimo, innamorato dell’hard-rock di Led Zeppelin e Black Sabbath, sensibile al fascino estroso di quei matti dei Devo. L’altro è il ribelle per  antonomasia: vive di espedienti, dorme difficilmente per due sere di fila sotto lo stesso tetto, si accompagna a senzatetto e ubriaconi, ascolta il post-punk acidulo dei Melvins. Ed è dotato di un genio limpido e cristallino, che fa di lui una specie di Rimbaud del rock.

Un incontro fatale quello che avviene al bancone di un bar di Aberdeen, città satellite di Seattle: quando Krist Novoselic, dopo aver prestato attenzione a un demo registrato alla bell’e meglio, accetta di cominciare a provare con un certo Kurt Cobain. Comincia così una delle avventure più incredibili che la storia della musica abbia mai conosciuto; comincia da qui la parabola intensa e drammatica dei Nirvana.

Nei giorni in cui si ricorda il ventesimo anniversario dalla tragica scomparsa di Cobain, Sky Arte HD dedica una nuova puntata di Destini Incrociati Hotel alla coppia che ha fatto del grunge un fenomeno di portata internazionale. La serie animata ispirata al format che Giacomo Zito ha creato per Radio24 ambienta, nelle stanze e nei corridoi di un ideale albergo al di fuori del tempo e della storia, le tappe fondamentali di un rapporto intenso, a tratti duro ma sempre onestissimo.

Difficile per Krist, lui stesso sedotto dai demoni dell’alcool, arginare la furia autodistruttiva di Kurt; quasi impossibile trovare l’equilibrio tra il genio e la sregolatezza di una figura indomabile, irresistibile nella sua altalena di alti e bassi. Alle frequenti cadute nelle spire della dipendenza si alternano momenti di straordinaria ispirazione creativa, con la stesura di pezzi che sono diventati autentici inni generazionali. Fino al momento, terribile, dell’addio definitivo.

La curiosità – Bassista, uomo politico, regista e anche attore. Curiosa la prima e fin’ora unica apparizione di Krist Novoselic davanti alle telecamere: risale al 2009, quando il musicista interpreta un cameo ne Il papà migliore del mondo , commedia con Robin Williams. La sua parte? Quella di un venditore ambulante di riviste osé.