La colonna sonora del Ferragosto

14 Agosto 2018

Talking Heads

Che partiate all’alba per assicurarvi di non perdere neppure un secondo della vostra gita fuori porta. Che organizziate un sontuoso pranzo in compagnia di parenti e amici. Che siate in località di mare o in montagna, su un dettaglio possiamo concordare tutti: la musica del vostro Ferragosto è targata Sky Arte. Già a partire dalle 6 del mattino, e fino a notte fonda, il Ferragosto Rock non mancherà di proporvi grandi concerti, approfondimenti e focus su musicisti e album che hanno fatto la storia: una colonna sonora tanto variegata quanto corposa, che promette di soddisfare ogni gusto.

La mattina del Ferragosto Rock presenta già un ampio ventaglio di generi e stili: la giornata viene inaugurata da Vai col Liscio, l’epopea del liscio romagnolo in tre atti, per poi proseguire con lo Speciale Depeche Mode, il concerto di Paul McCartney dedicato all’album Kisses On The Bottom e registrato – con la collaborazione dei migliori artisti, da Eric Clapton a Stevie Wonder – nei leggendari Capitol Studios di Hollywood.
Con il passare delle ore, salgono le temperature in senso meteorologico ma anche musicale, con rocker del calibro di Prince e Santana, live dal Messico in occasione del lancio del suo album Corazon, nel 2014. Gli spiriti più “calienti” lasciano poi il passo a quattro veri e propri intellettuali del panorama musicale internazionale: Ivan Graziani , di cui riscopriamo lo storico album Pigro; i Pink Floyd, che rivivranno per noi ogni momento della creazione di The Dark Side of the Moon; David Bowie, l’uomo dai mille volti; John Lennon, rievocato attraverso la personalità folle del suo uccisore, Mark David Chapman.

Grande musica accompagna anche il pomeriggio di Ferragosto, con l’energia inarrestabile di Vasco che promette di contrastare qualsiasi debolezza dovuta alla calura, mentre le attività di svago potranno contare sul sostegno di Bob Dylan – nel film documentario Trouble No More presentato al New York Film Festival del 2017 – e David Gilmour – Live at Pompeii a distanza di 46 anni dal leggendario concerto dei Pink Floyd. A proposito di capitoli storici della musica mondiale, The Doors – When You’re Strange ci racconterà “chi erano davvero i Doors” secondo Ray Manzarek, tastierista e fondatore del gruppo.
La seconda parte della nostra “colonna sonora del Ferragosto” si conclude con un concerto estivo, tenutosi nel luglio del 2013 ad Hyde Park: un bel modo per celebrare i 50 anni di attività da parte dei Rolling Stones, che a Londra si dimostrano più carichi che mai.

Alle 20:45 occhi e orecchie incollati agli schermi, per la prima visione di Rock Legends, la serie che racconta i miti del rock attraverso interviste e aneddoti, videoclip e naturalmente tantissima musica. L’appuntamento di questo mercoledì sarà con i Talking Heads, la band statunitense guidata dall’originale David Byrne e attiva dal 1975 – anno della fondazione a New York – al 1991.
Altrettanto “leggendario” è poi il dopocena del nostro Ferragosto Rock. Ad aprire la programmazione saranno nientemeno che i Queen, “in trasferta” a Budapest per il famoso live del luglio del 1986. Giungono poi i Deep Purple, a festeggiare con un film i loro primi 40 anni della loro carriera, e i Led Zeppelin a raccontarci la loro storia, definita neppure troppo ironicamente da Robert Plant “un caos splendido, ma comunque un caos totale”.
E per chi fosse deciso a fare le ore piccole, Sky Arte ha in serbo un volo sul Boing 757 degli Iron Maiden, pilotato dallo stesso leader della band, Bruce Dickinson. Un viaggio “Behind the Beast”, per scoprire il dietro le quinte di uno dei più ambiziosi show della storia della musica, il Final Frontier World Tour.

Commentate sui social network la programmazione speciale di Sky Arte, utilizzando l’hashtag #FerragostoRock.