La febbre del sabato sera secondo Sky Arte

27 Febbraio 2014


Non è serata da passare in panciolle sul divano quella proposta da Sky Arte HD, trasformata per una notte nel dancefloor più scatenato della tv! Ci tuffiamo nelle colorate e irresistibili atmosfere della musica disco: evocando i ruggenti Anni Settanta e spingendoci fino alle più innovative contaminazioni con il pop d’autore e l’elettronica. Tra documentari, interviste e – naturalmente! – una raffica di imperdibili live.

Prima di cominciare a ballare facciamo il punto della situazione con The Secret Disco Revolution. La macchina del tempo costruita da Jamie Kastner ci porta al 1978, per un docu-film che racconta la nascita e l’evoluzione di un fenomeno culturale di portata letteralmente virale. A portare la loro testimonianza i grandi protagonisti della musica dell’epoca: Harry Wayne Casey, per tutti semplicemente KC; e poi Henri Belolo, Martha Wash e la divina Gloria Gaynor.

È il falsetto indimenticabile dei Bee Gees a inaugurare la pista: siamo a Las Vegas nel 1997 quando i fratelli Gibb danno vita, nel One Night Only, a uno show che ripercorre le tappe fondamentali della loro strepitosa carriera. Esibendosi in pezzi come Guilty e Heartbreaker , finendo per duettare con una fantastica Celine Dion. Dal pop al funky il passo è breve: la serata prosegue con il Live at last di Stevie Wonder, di ritorno sul palco dopo un’assenza durata dieci anni.

L’ora comincia a farsi tarda, ma non è ancora il momento di andare a dormire, anzi! In rapida successione ecco due nomi che hanno saputo rivoluzionare, ognuno a modo loro, il modo di intendere il pop: mescolando, ibridando, contaminando generi e stili. Prima tocca a Moby esibirsi sul palco del Main Square Festival di Arras; poi è la volta dei Pet Shop Boys dimostrare cosa voglia dire condurre Una vita per il pop.

La curiosità – Qual è la prima canzone disco della storia? Difficile dirlo: la critica si divide tra Soul Makossa  di Manu Dibango e Kung Fu Fighting  di Carl Douglas, accreditando però anche altri nomi e altri titoli. Un dato è certo: il primo locale dedicato alla discomusic apre a New York nel febbraio del 1970. È il mitico “The Loft” del dj David Mancuso.