La folle arte dei giocolieri di strada

16 Agosto 2013


Ci sono giocolieri che fanno volteggiare palline e clavette. Ed altri che per le proprie evoluzioni scelgono… tre motoseghe! Se come nomignolo si porta addosso quello di Mad , ovvero “pazzo”, un motivo dovrà pur esserci: Chad Taylor è l’ideatore e il protagonista indiscusso di un folle viaggio nel mondo dei più incredibili artisti di strada che abbiano mai calcato i marciapiedi del mondo. Rischiano l’arresto, gravi infortuni, a volte la vita stessa. Sono Buskers, eroi dell’arte di strada.

Evoluzioni che sfidano leggi della fisica e – a volte – quelle del buon senso, proposte in un eccitante documentario in prima visione tv. Un fantasioso territorio dove saltano i confini fra tradizione circense, commedia dell’arte e pura avanguardia, in un brillante mescolarsi di stili, linguaggi creativi, scuole e poetiche. Novantasei performer, nove diverse nazioni, un viaggio spericolato che non può non tenere con il fiato sospeso.

Si parte da Venice Beach, con lo stesso Chad Taylor a deliziare i passanti giocando con le sue rumorose e fumanti motoseghe; si passa poi ai fragilissimi e sublimi equilibri scovati dal trapezista Dexter Tripp e dalle passeggiate ad altezze vertiginose, in bilico su una fune, di Flying Bob. E poi ecco Gazzo l’illusionista e le affascinanti Blue Girls: personaggi degni di un film di Fellini, immersi nella tensione tra verità e fantasia, spettacolo e realtà.

Non sempre tutto gira per il meglio, capita che i numeri nascondano insidie notevoli. Ne sa qualcosa Fireman, che ha perso i denti nel corso del numero che lo ha visto mordere oggetti incandescenti. Inciampi del mestiere, che i buskers scovati da Taylor mettono in conto facendo spallucce: vite condotte pericolosamente, sul filo di esaltanti scariche adrenaliniche. Croce e delizia di un’arte che non offre compromessi, chiedendo di mettersi in gioco senza remore.

La curiosità – Ha cominciato a 13 anni, esibendosi in strada, e da allora non ha più smesso. Chad Taylor è uno tra i buskers più rappresentativo al mondo, con record iscritti nella lista dei Guinness dei primati. Ma in termini di prestazioni imbattibili, nemmeno lui può nulla contro il primatista mondiale Albert Lucas, capace nel 2002 di tredici prese con altrettanti cerchi. Lucas è il fondatore della federazione internazionale che considera la giocoleria la pari di un vero e proprio sport. E si batte per la sua iscrizione ai Giochi Olimpici.