La Fura dels Baus: una rivoluzione a teatro

31 Gennaio 2013


Hanno cominciato dalla strada, con spettacoli che combinavano un’istintiva fisicità circense con la poliedrica capacità mimetica propria della commedia dell’arte. E sono finiti in alcuni tra i teatri più prestigiosi d’Europa, a rinfrescare il modo di proporre classici senza tempo: filtrati e rinnovati grazie ad una lucidità creativa che ha reimpostato i canoni del contemporaneo. Con Acción approda, su Sky Arte HD, l’energia unica della Fura dels Baus.

Il documentario diretto da Christoph Goldmann e Leif Karpe ripercorre la storia del collettivo catalano, erede ideale della straordinaria esperienza newyorchese del Living Theatre. Messe in scena che strabiliano per la complessità tecnica e le funamboliche scelte registiche; spettacoli che non lasciano indifferenti, toccando nelle produzioni originali temi legati alla più scottante e inquieta attualità.

Acción è un catalogo in movimento dei maggiori successi del gruppo: si apre con la straordinaria e pirotecnica performance che ha inaugurato l’Expo 2010 di Shangai e prosegue a ritroso nel tempo, fino all’intervento studiato per le Olimpiadi di Barcellona ’92. Quasi trent’anni di carriera condensati in un’ora ad alta tensione, passando senza soluzione di continuità dal cavallo di battaglia “Suz-o-Suz” fino alle collaborazioni con grandi nomi della musica colta.

Ecco la Fura a Valencia, a fianco del direttore d’orchestra Zubin Mehta per una magniloquente versione del ciclo wagneriano del Ring ; ed eccola a Milano, a Madrid, nella prestigiosa cornice del Festival di Salisburgo. Passione pura quella dell’ensemble per l’opera, vista come linguaggio di sintesi tra arti diverse: conciliate con inarrivabile sapienza in un effetto catartico di magico coinvolgimento.