La magia del circo d’autore

13 Febbraio 2014


Si fa presto a dire circo! Ed altrettanto a farsi un’idea superficiale e fuorviante di un’arte al contrario antica e straordinaria. La malinconia felliniana che aleggia sull’arena, le gag dei clown, le evoluzioni degli animali ammaestrati – sempre meno frequenti, almeno in Italia – l’aroma di popcorn che aleggia nell’aria: sono solo il frammento più pop di un mondo invece straordinariamente composito. Tutto da scoprire, su Sky Arte HD.

Serata all’insegna della magia e del fascino, con gli spettacoli di due compagnie lontane per stile, cultura e provenienza; ma accomunate da un identico percorso: quello del successo, che ne fa nomi di assoluto prestigio nel panorama internazionale. Dai brividi di una grottesca e ucronica Europa fino agli splendori di una corte lontana, patria di eroi ed eroine, tenaci guerrieri e spaventosi dragoni!

La stampa britannica lo definisce al tempo stesso sexy e terrificante: le emozioni forti sono assicurate con le danze macabre del Cirque Berzerk, folle calembour di personaggi da Grand Guignol, protagonisti di una trama mai così spettrale. Evoluzioni al limite del possibile, mangiafuoco, dive del burlesque condensate in uno spettacolo esplosivo e coinvolgente; degno della fantasia del più ispirato Tim Burton.

Les Etoiles du Cirque de Pékin sono gli eredi della stupefacente scuola cinese di acrobazia, depositari dei segreti di una tradizione che si perde nella notte dei tempi. E che dall’apertura a Parigi del loro Cirque Phénix (era il 2003) ha saputo incantare oltre un milione e mezzo di spettatori. Cinquanta artisti, trecento diversi costumi e una serie pazzesca di numeri mozzafiato porta su Sky Arte HD La Légende de Mulan.

La curiosità – Dal circo a Hollywood: non sono poche le star del grande schermo ad aver mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo sotto a un tendone. Aveva appena 15 anni Christopher Walken (superbo ne Il cacciatore  di Micheal Cimino) quando si improvvisò domatore; stessa attitudine che avrebbe dimostrato, qualche tempo dopo, un giovanissimo Sylvester Stallone. Naso rosso e cerone, invece, per Hugh Jackman: l’attore, quando era alle prime armi, sbarcava il lunario facendo il clown alle feste di compleanno.