La valle psichedelica di Schroeder

14 Maggio 2015

la-vallee-film-1972

Dagli archivi di RaroArte, Gianni Canova è riuscito a selezionare un’altra perla rara della cinematografia francese: La Vallée è il secondo film del regista Barbet Schroeder, che abbiamo avuto modo di scoprire grazie al lungometraggio More, diretto nel 1969.

Il film di venerdì 15 maggio costituisce un degno approfondimento delle tematiche già anticipate da Schroeder nel suo film di debutto. La Vallée è infatti realizzato pochi anni dopo, nel 1972, e ancora una volta il regista dirige un’opera affine al clima rivoluzionario di quel decennio appena inaugurato.
Sono gli anni della New Wave francese, cui Schroeder appartiene a pieno titolo, ma è anche il periodo delle sperimentazioni psichedeliche dei Pink Floyd, che per la seconda volta compongono la colonna sonora del film diretto dal nostro regista.

Il titolo dell’album musicale – firmato da Roger Waters e compagni – è in realtà strettamente legato alla trama di La Vallée. Il disco si chiama infatti Obscured by Clouds – oscurato dalle nubi, alla lettera – e tale è il luogo che i protagonisti della storia vogliono raggiungere: una valle tra le montagne della Nuova Guinea, così misteriosa che le mappe non riescono a definirla altrimenti.
A questa leggendaria meta aspirano quattro esploratori europei, cui si aggiunge subito una giovane donna ricca e annoiata, Viviane. La strampalata spedizione intraprende quindi un viaggio che è più di un’esotica escursione, perché nel mentre saranno portati a varcare il confine della stessa civiltà occidentale.

Commentate sui social network la proiezione del film, seguendo l’hashtag #RaroArte.