Le parole che ci definiscono

18 Maggio 2015

Definizioni d'autore Lella Costa

Basta una parola, a definire quello che siamo? La prima risposta, quella più immediata, è che probabilmente non basterà mai l’intero vocabolario, per rendere giustizia alle innumerevoli sfumature del nostro essere. D’altronde, questa della “definizione” è una sfida in cui l’umanità si cimenta dalla notte dei tempi. E di progressi ne abbiamo fatti, se è pur vero che abbiamo ormai una parola per – quasi – tutto.

Anzi, ci sono vocaboli che per ragioni personali sentiamo più vicini, parole in cui ci identifichiamo o che utilizziamo spesso e volentieri per autodefinirci. Da lunedì 18 a venerdì 22 maggio, ogni sera alle 21:00 Sky Arte HD ci proporrà appunto una delle cinque Definizioni d’autore realizzate da Except in esclusiva per il canale e per Zanichelli.

Presentato al Salone del Libro di Torino di questi giorni, l’originale format consiste in un breve, immediato video-racconto in cui un autore sempre diverso definisce una parola a sua scelta; non una qualsiasi, ma il vocabolo che a sua volta meglio rappresenta il protagonista della puntata, svelandone la personalità e lo stesso vissuto.

In ordine di visione, questa settimana scopriremo quindi le definizioni di Lella Costa della parola Donna, di Carlo Verdone della parla Ironia, di Piergiorgio Odifreddi della parola Numero, di Oliviero Toscani della parola Sguardo e infine di Claudio Magris della parola Frontiera.
Le pillole verranno trasmesse ogni pomeriggio in anteprima sul sito arte.sky.it e sulla pagina Facebook ufficiale del canale.