L’hair metal vive, con i Def Leppard

20 ottobre 2014


Dici Londra, dici 1977 e pensi, inevitabilmente, al punk. Ci voleva una certa personalità, nella stagione d’oro dei Pistols e dei Clash, in pieno clima da rivoluzione in stile no future , a proporre un altro tipo di musica. Non hanno mai difettato in carattere i Def Leppard, l’altra faccia del british sound  fine seventies : orgogliosamente distanti tanto dal punk tanto dalla new wave. Fieramente e selvaggiamente rock. Hard rock.

Dopo quasi quarant’anni ininterrotti di carriera Joe Elliott e compagni continuano a darci dentro senza risparmiarsi, infiammando le platee di fan in visibilio. Come ci dimostrano, su Sky Arte HD, nello strepitoso live registrato al Joint Hard Rock Hotel & Casino di Las Vegas, sede di una doppia data che nella primavera del 2013 ha celebrato il primo quarto di secolo di Hysteria . L’album della consacrazione internazionale.

Location inedita per una band abituata alle grandi adunate, ai festival e agli stadi riempiti in ogni ordine di posto: i Leppard si trovano in una sala concerti intima e raccolta, con il più lontano tra i fan a non più di cinquanta metri dal palco. Una condizione che non cambia di una virgola l’impatto devastante del sound di un gruppo simbolo dell’hair metal: il muro sonoro alzato dal gruppo è impressionante, la carica e l’energia sono quelle dei giorni migliori.

La scaletta propone in veste pressoché integrale la tracklist del leggendario Hysteria : con pezzi memorabili come Rocket , Women , Animal , Armageddon It  e Love Bites ; arrivando a chiudere con un anthem del calibro di Rock of Ages . Il brano inserito nell’album Pyromania  che ha fornito lo spunto per l’omonimo recente musical dedicato alla scena pop-metal Anni Ottanta, scatenando una inarrestabile ondata revival.

La curiosità – Braccio di ferro con… Michael Jackson! Nel 1983 i Def Leppard sono la band del momento, protagonisti di un feroce testa a testa nelle chart di tutto il mondo con il Re del Pop. La partita si chiude in pareggio: Thriller  sarà l’album più venduto (con Pyromania  secondo); ma è Photograph  dei Leppard a strappare a Beat It  la palma del video più trasmesso dell’anno.   


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close