Ligabue, vent’anni di rock italiano

15 Luglio 2015

Luciano Ligabue © Chico De Luigi

Giunge questo mercoledì il secondo, attesissimo capitolo della Ligastory che lo stesso Luciano Ligabue racconta ai suoi fan, in esclusiva su Sky Arte HD, Aspettando Campovolo. In attesa del concerto dell’anno, che si terrà il prossimo 19 settembre a Reggio Emilia, il rocker ripercorre la nascita di due memorabili album, attraverso immagini inedite e versioni mai ascoltate delle sue canzoni più celebri.

Questa settimana, torniamo indietro al 1995. Ligabue ha già avuto modo di farsi notare per il suo incredibile talento, riscontrando un buon successo di pubblico con i primi due dischi e le lunghe tournée che li hanno accompagnati. Eppure, anche al culmine della felicità possono esserci periodi meno fortunati, che sta a noi trasformare in un’occasione di crescita ulteriore. È quello che farà il nostro rocker: rendendosi conto che l’armonia con il manager e i suoi musicisti si è incrinata, Luciano Ligabue sceglie di costruire una nuova band e un nuovo sound.
Con il contributo di un giovane produttore artistico, Fabrizio Barbacci, Ligabue registrerà all’Esagono un album che farà la storia della musica italiana, con oltre un milione e mezzo di copie vendute.

Nasce così Buon Compleanno Elvis, di cui questo mercoledì ascolteremo i nastri originali a 48 tracce, riaperti in studio per l’occasione proprio insieme a Barbacci. La prima serata di Sky Arte HD diventa un’occasione unica per provare l’emozione del primissimo ascolto di un brano cantato da Ligabue, voce e chitarra, inciso tra l’altro in un’epoca in cui la sovraproduzione – complice l’avvento dei computer – neanche si sapeva cosa fosse.
Ce lo confermeranno i membri della band originale, che nel corso della puntata ci racconteranno quei giorni memorabili, magari mentre suonano per le telecamere di Sky Arte HD proprio alcuni dei giri di basso o delle frasi di chitarra che sono ormai entrati a pieno titolo nella storia della musica italiana.

Commentate la puntata sui social network grazie all’hashtag #LigaSkyArte.

[Immagine in apertura: © Chico De Luigi]