L’Italia a fumetti, i fumettisti italiani

18 Giugno 2015

Nessuno siamo perfetti

Gli italiani sono famosi nel mondo per tanti motivi, dalla cucina all’arte rinascimentale. Non sono un popolo preso a esempio per la – sanissima – abitudine di leggere, però. Gli italiani e il fumetto, film in prima visione con cui Sky Arte HD dà inizio alla sua Notte a fumetti, racconterà un’altra storia.
50 storie, anzi: quelle di altrettanti lettori, invitati dal regista Paolo Caredda a raccontare ciascuno un fumetto italiano, senza fare distinzioni di genere, tempo o formato. È un’Italia di accaniti lettori, quella che scopriremo nel corso della visione, che cita Tex e Dylan Dog a memoria. Che si fa prendere persino da oscuri piaceri e tentazioni; fino ad arrivare a falsificare, o proprio rubare, l’oggetto cartaceo del desiderio…

Se c’è un autore che con il “lato oscuro” di se stesso ha avuto tanto a che fare, questo è Tiziano Sclavi. Nessuno siamo perfetti di Giancarlo Soldi porta sullo schermo proprio la vita e i retroscena dello sfuggente creatore di Dylan Dog, nell’anno in cui l’indagatore dell’incubo compie 29 anni di successi editoriali. Presentato al Torino Film Festival nel 2014 e Menzione speciale ai Nastri d’Argento 2015, il film è un viaggio all’interno dell’universo di Sclavi, che per anni ha riempito il nostro quotidiano di storie, racconti, suggestioni, fino alla inaspettata decisione di ritirarsi da tutto e da tutti.

Ancora di un fumetto italiano – pubblicato dalla stessa casa editrice di Dylan Dog – tratta il documentario Come Tex nessuno mai. Stavolta, Soldi ripercorre la lunga, appassionante storia di un personaggio – il ranger Tex Willer – e della famiglia di autori che, albo dopo albo, ha dato il nome a una vera e propria industria creativa. Parliamo naturalmente di Sergio Bonelli e del padre Gianluigi, rispettivamente editore e autore di Tex. Partendo da questo personaggio, scopriremo come Sergio si sia preso cura del sogno creativo del padre, per poi mettersi al timone dei viaggi di fantasia di tanti sceneggiatori e disegnatori ispirati.

Commentate sui social network la serata attraverso l’hashtag #NotteAFumetti.