L’Italia in un libro

3 luglio 2014


Il modo migliore per conoscere una città, respirarne l’anima e farne propria l’essenza? Leggerla. Attraverso le pagine di grandi autori di ieri e di oggi, scelte e interpretate da chi ha scelto di farsi sensibile narratore; creando incontri, suggestioni, affinità elettive che intrecciano i fili di luoghi e storie. Sky Arte HD tesse il suo speciale souvenir d’Italie  con una serata interamente dedicata a Bookshow: una dopo l’altra ecco le puntate più intriganti della serie che vede i grandi attori di oggi raccontare i propri luoghi del cuore. E i libri che hanno cambiato loro la vita.

Il nostro viaggio parte da Torino, meta che si rivela simbolica: come dimostra l‘incontro con Ernesto Ferrero, direttore del Salone Internazionale del Libro.  Ma all’ombra della Mole la protagonista assoluta è Valeria Solarino, che si rivela completamente sedotta dai grandi maestri della letteratura americana contemporanea. È con lei che ci perdiamo tra i viali e i parchi della città, e al tempo stesso tra le pagine dell’ironico eppure malinconico John Fante e dell’irriverente Charles Bukowski, arrivando fino all’immaginario del compianto David Foster Wallace.

Restiamo al nord con l’irresistibile Giuseppe Battiston, che legge la sua Udine attraverso le metafore calcistiche di Osvaldo Soriano e le situazioni irreali di Friedrich Dürrenmatt; e con Alessio Boni: incantevoli le atmosfere di Bergamo Alta, tra dimore dal sapore antico e vicoli medievali, quinta architettonica ideale per sognare ad occhi aperti le scorribande di un certo burattino di legno.

Scendendo lungo lo Stivale incrociamo nelle Marche Neri Marcoré, che guarda alle promesse della letteratura italiana contemporanea ma non dimentica il suo conterraneo Giacomo Leopardi; e poi ancora Isabella Ragonese, in una Palermo nobile e frizzante. Il viaggio si fa via via più serrato, in un autentico ottovolante da nord a sud: passando dalla Trieste di Francesca Inaudi alla Perugia di Filippo Timi. Fino, naturalmente, alla Capitale: con Paola Minaccioni a guidarci per una Roma… da cinema!

La curiosità – Italiani? Popolo di scrittori, un po’ meno di lettori! Da un’indagine del 2011 risulta che nel nostro Paese vengono stampati ogni anno oltre 60mila titoli, ad un ritmo di circa 175 al giorno. Chi li legge? Solo poco più del 40% della popolazione, quantità rimasta pressoché invariata dalla fine degli Anni Novanta. Ma il futuro fa ben sperare: la fascia d’età in cui si legge di più è infatti quella tra gli 11 e i 14 anni. E se il buongiorno si vede dal mattino…