Marc Chagall. Il colore come sogno

18 novembre 2014


Lui, i piedi ben piantati al suolo, le tende la mano. Lei l’afferra, dita affusolate e fare ammantato di rara eleganza. E si libra in cielo: come se avesse elio nelle vene, e non sangue; come se quel contatto portasse in sé la forza di un amore tanto totalizzante da cancellare persino le leggi della fisica. Da rendere tutto sinuoso, leggero, poetico, sensuale. La passeggiata  è uno dei capolavori di Marc Chagall protagonisti di una mostra straordinaria.
Era da mezzo secolo che l’Italia non dedicava all’artista russo un omaggio tanto sentito: duecento opere in arrivo dalle principali collezioni pubbliche e private d’Europa riunite nelle sale di Palazzo Reale, a Milano, per una mostra che promette di essere tra le più rilevanti dell’anno. Un evento che Sky Arte HD documenta grazie a immagini esclusive, nuova gemma inserita nel carnet delle sue Grandi Mostre.
Non c’è aspetto della visionaria pittura di Chagall che la mostra non prenda in considerazione, non c’è soggetto tra quelli da lui trattati che non venga – in certi casi sommariamente, in altri in maniera più approfondito – trattato; non c’è stagione, dai primi colpi di pennello intorno al 1908 fino al congedo dalla pittura di metà Anni Ottanta, che non sia opportunamente celebrato da un allestimento che propone l’intreccio tra un percorso cronologico ed uno invece tematico.

Si passa così senza soluzione di continuità, magnificamente, dalla fascinazione per il teatro – con alcuni tra i futuribili costumi di scena disegnati dall’artista – alla libera interpretazione di una religione ebraico-cristiana letta nei suoi aspetti magici e mitologici; dagli interni più intimi e scarni alle vedute di quegli stessi paesaggi della campagna francese che suggestionarono gli Impressionisti. Nella costruzione di un atlante che restituisce, con malinconica poesia, la tragicomica meraviglia della Storia.

La curiosità – Titola Chagall in Russia  , ed è uno tra i fumetti più interessanti degli ultimi anni. Esce nel 2012 l’albo con cui Joann Sfar racconta, tra fiction e dati reali, il percorso di vita e artistico dell’artista.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close