Marco Baliani. Teatro per voce sola

21 Marzo 2013


Un’intera compagnia teatrale, pluralità di voci e stili, catalogo completo di personalità e personaggi complementari; caleidoscopio di interpretazioni, volti, suggestioni tra loro distanti e differenti. Condensate in un’unica figura. Una magia unica e irripetibile quella che si verifica sul palcoscenico quando a occuparlo è Marco Baliani: maestro indiscusso del teatro di narrazione, attore poliedrico, one man show dal carisma eccezionale.

Affabulatore di classe, interprete di straordinaria raffinatezza: Baliani trasporta nella contemporaneità la figura del classico cantastorie, ammaliando con uno stile interpretativo unico nel suo genere. È, dunque, figura irrinunciabile all’interno della cornice di Atto Unico: la serie con cui Sky Arte HD riporta al centro della scena la figura dell’attore, finalmente liberata da costrizioni registiche e vincoli di copione.

Una manciata di minuti. Un testo a scelta. Il legno del palco e il panno ignifugo delle quinte come unica scarna scenografia. Nessun compagno di avventura: solo se stessi. E il pubblico. Un faccia a faccia di incredibile intensità: un incontro che annulla ogni tipo di filtro e barriera. Atto Unico cerca la quintessenza del teatro, chiedendo ai più importanti interpreti della scena nazionale di mettersi in gioco.

E gioca in casa, a dire il vero, Marco Baliani. Che insieme a Marco Paolini e Laura Curino è tra gli eccellenti sperimentatori del linguaggio teatrale per voce sola. Eccezionale la sua interpretazione dello struggente “Kohlhaas” tratto da von Kleist; strepitoso saggio di bravura le “Prove di umanità” che sceglie di condividere con il pubblico di Sky Arte HD. Un’immersione totale e totalizzante nella atmosfera più conturbante e coinvolgente del teatro.