Marilyn, orchidea bionda

1 Giugno 2015

Marilyn Monroe

Una donna, due personalità. Quella solare e sbarazzina, incontenibile e spavalda esibita in modo a tratti persino irriverente sul set e davanti ai fotografi dei rotocalchi, impazziti per la sua straordinaria bellezza. E quella debole e fragile, tormentata da una insanabile malinconia, che ne ha segnato in modo tormentato l’intimità. Fino al più tragico e imprevedibile degli epiloghi. Questa la figura che impariamo a conoscere nel corso della serata dedicata al mito di Marilyn Monroe, che Sky Arte HD vuole ricordare nell’anniversario della sua nascita: oggi, la bionda più famosa di Hollywood avrebbe compiuto 89 anni.

Nell’episodio di Vite da star dedicato all’attrice l’attenzione spazia a 360 gradi, mettendo a fuoco l’intera biografia di Marilyn. Dalle umili origini, segnate da un’infanzia difficile, fino al trionfo tributatole da Hollywood: un’ascesa verticale, non immune da dolorosi compromessi. Episodi che contribuiscono a dettare il ritratto di una personalità profondamente complessa.

La nostra serata si chiude con Last Session, eccezionale documentario basato sugli appunti dello psichiatra presso cui la diva era in cura pochi mesi prima della sua drammatica fine. Dal taccuino di Ralph Greenson emergono dettagli importantissimi per ricostruire la delicata sensibilità dell’attrice e il suo rapporto con alcune delle figure chiave della sua vita: da John Huston a Truman Capote, fino a Arthur Miller e ai fratelli Kennedy.

Commenta con noi la serata sui social media seguendo l’hashtag #MarilynNight.