Mi manda Alfred Hitchcock

12 settembre 2014


Quentin Tarantino ha Uma Thurman. Wes Anderson ha Owen Wilson. Martin Scorsese ha Leonardo DiCaprio. Per ogni grande regista esiste un attore feticcio – a volte più d’uno! – persona che sa tradurre sul set in modo quasi istintivo e immediato il suo volere; dando anima e corpo a un’idea. Sky Arte HD sonda, nel corso di una serata speciale, la straordinaria filmografia di Alfred Hitchcock; raccontando tre storie, tre vite, tre avventure artistiche fortemente segnate dall’incontro con il maestro del brivido.

Si parte con Grace Kelly, per la quale lo stesso Hitchcock coniò il fortunato soprannome di “ghiaccio bollente”, a sottintendere la conturbante ed elegante sensualità di una diva dotata di fascino innato, mai provocante o eccessiva. Tre i film che li videro insieme sul set, tre pietre miliari del cinema che coincidono con il periodo di massimo splendore dell’attrice; che proprio in occasione delle riprese monegasche di Caccia al ladro  conobbe l’uomo della sua vita.

In seconda battuta ecco il leggendario Cary Grant, eroe di alcuni tra i thriller più famosi di tutti i tempi, da Notorius  a Intrigo internazionale , nel quale gira una delle scene più celebri della storia del cinema. “Ho voluto reagire contro un vecchio cliché: quello che un incontro minaccioso, mortale, debba svolgersi di notte, al buio, all’angolo di una strada bagnata di pioggia”  : così lo stesso Hitchcock, in una memorabile intervista registrata da Truffaut, spiega la genesi della mitica fuga di Grant da un misterioso aereo che incombe su di lui…

In chiusura di serata ecco James Stewart, divo dell’epoca d’oro di Hollywood, reso celebre al grazie al lavoro a fianco di John Ford e Frank Capra; consacrato negli Anni Cinquanta dall’incontro con Hitchcock. E da film entrati nella leggenda come La finestra sul cortile , Vertigo , L’uomo che sapeva troppo : vere e proprie pietre miliari che hanno stabilito schemi narrativi assunti a punto di riferimento di fondamentale importanza.   

Commenta con noi la serata sui social network usando l’hashtag #HitchcockStars

La curiosità – Il gossip di Hollywood riferisce di una sbandata presa da Hitchcock nei confronti di Tippi Hedren, protagonista de Gli uccelli . E dei tiri mancini giocati dal regista all’attrice per “punirla” del suo rifiuto: pare avesse fatto sostituire ai corvi finti predisposti sul set animali veri, così che la aggredissero sul serio; e che abbia donato alla figlia di lei una bambola somigliante alla madre. Confezionata in una piccola bara giocattolo!


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close