Natale in musica con Ludovico Einaudi

22 Dicembre 2014


Il modo migliore per passare la notte più magica dell’anno? In compagnia della voce più sensibile che sia possibile trovare: quella del pianoforte, ovviamente, strumento perfetto per dare anima e corpo all’impetuosità dei nostri sentimenti. La sera della Vigilia di Natale, dunque, appuntamento su Sky Arte HD per una scaletta che sa dare spazio ad alcuni tra i migliori compositori e interpreti oggi in attività.

Si parte col botto con il live di Ludovico Einaudi all’Arena di Verona: sold out lo scorso mese di luglio per l’artista, che in una delle cornici più spettacolari d’Italia ha presentato al suo pubblico In a Time Lapse , album dalle atmosfere letteralmente magnetiche. Accompagnato sul palco da un ensemble di undici musicisti, Einaudi riesce grazie ai nuovi pezzi e ai suoi cavalli di battaglia a segnare l’incontro più felice tra pop e classica contemporanea.

A seguire ci spostiamo in un altro luogo eccezionale: eccoci al Chiostro del Bramante, dove Nicola Piovani legge tra note e parole Un romanzo musicale, show intenso che ripercorre la sua carriera, culminata con l’Oscar per la colonna sonora de La vita è bella . Il nostro viaggio ci porta poi alle porte di Milano, nel parco di Villa Arconati, tramutato nella caldissima Copacabana grazie al pianoforte di Stefano Bollani: il re del jazz italiano si scatena sui ritmi della tradizione brasiliana nell’irresistibile Carioca Live.

In chiusura di serata passiamo dall’altra parte della barricata, incontrando non più un performer: ma chi rende possibile, con il proprio lavoro, ogni concerto. Pianomania è il documentario dedicato a Stefan Knüpfer, dotato di orecchio assoluto e pazienza certosina: è lui il più affidabile e preciso accordatore al mondo, uomo di fiducia di concertisti del livello di Lang Lang, Alfred Brendel, Rudolf Buchbinder e Pierre-Laurent Aimard.

Commenta con noi la serata sui social network seguendo l’hashtag #PianoMania

La curiosità – Di location speciali ne ha conosciute molte nel corso della sua carriera di concertista, ma quella in cui si è esibito il 10 febbraio del 2005 è stata senza dubbio unica. Performance di raro fascino per Ludovico Einaudi, che si esibì nell’Hangar Bicocca di Milano all’ombra de I Sette Palazzi Celesti  di Anselm Kiefer. Un’esperienza quasi mistica, che gli fornirà ispirazione per il suo album Nightbook .