Nella tempesta delle emozioni

2 Gennaio 2014


Ha compiuto il passo definitivo per avviare l’emancipazione del personaggio dal suo autore. Portando in scena fatti, emozioni, sentimenti, pulsioni di cruda realtà: terribile e violenta nel dramma, tenera e romantica nella commedia. Sotto le maschere ecco uomini e donne in carne ed ossa, sensazioni che il pubblico di ieri – e quello di oggi – conosce per aver vissuto sulla propria pelle. E che trova, grazie a William Shakespeare, sublimate sulla scena.

Sky Arte HD dedica una serata al genio del Bardo, partendo con una esclusiva prima assoluta. Il contesto è quello del festival che ogni anno coinvolge Stratford-upon-Avon, città natale del drammaturgo. Nel 2010 il cartellone propone, tra le varie opere, anche La tempesta  : uno degli ultimi gioielli del maestro, probabilmente l’ultimo in assoluto scritto interamente di suo pugno. Un capolavoro assoluto della letteratura occidentale, interpretato da un grande di Hollywood.

A vestire i panni del temibile Prospero, il vendicativo e oscuro duca di Milano che anima l’azione della commedia, è Christopher Plummer: un gigante del grande schermo, calato con straordinaria efficacia nel mood magico e misterioso di una delle scritture più intense e affascinanti mai ideate da Shakespeare. Amori e intrighi si intrecciano sullo sfondo di un Mediterraneo indomabile, metafora del peregrinare incessante dell’uomo tra i flutti della vita.

Non ha ovviamente mai scritto, considerati i tempi in cui è vissuto, thriller o gialli. Ma ne è stato involontario protagonista! Ne Lo Shakespeare rubato ripercorriamo le recenti vicende di una delle 228 copie superstiti del First Folio , prima edizione a stampa delle opere del Bardo: un monumento della cultura britannica e mondiale, gelosamente conservato dalla biblioteca della Durham University. Almeno fino a quando i soliti ignoti…

La curiosità – È stato sul set per mezzo secolo, lavorando con registi del calibro di Sidney Lumet e John Huston, Terry Gilliam e Ron Howard, Terrence Malick e Spike Lee. Una carriera straordinaria quella di Christopher Plummer, suggellata nel 2012 dall’assegnazione dell’Oscar come migliore attore non protagonista per la sua interpretazione in Beginners . A 84 anni compiuti Plummer diventa l’artista più anziano mai premiato dall’Academy.