Carmen Consoli e i siciliani delle Belle Lettere

15 Giugno 2015

Carmen Consoli

Prosegue il nostro viaggio attraverso le più belle pagine della letteratura italiana, riscoperte attraverso le parole dei rappresentati di spicco della cultura nostrana, ospitati da Stefano Accorsi nell’originale serie Parole che Restano.

Questo lunedì, alle 21:10, nel salotto letterario di Sky Arte HD si accomoderà una delle più ammirate cantautrici italiane, la siciliana Carmen Consoli. Ella stessa autrice di testi che offrono interessanti riflessioni e ironici affreschi della nostra società, la Cantantessa sceglie di raccontarci come il romanzo di un suo conterraneo abbia influenzato la sua vita.
Tra i massimi esponenti della letteratura non solo in Sicilia ma dell’Italia intera, Luigi Pirandello è l’autore che ha ispirato la nostra cantautrice, in particolare attraverso il romanzo Uno, nessuno e centomila.

Pubblicato nel 1926, il libro narra di come il buon Vitangelo Moscarda, una volta accortosi di non essere affatto compreso da chi lo circonda, cerca di ribellarsi alla falsa immagine che la società gli ha attribuito. Finendo invece per perdere tutto, dalla famiglia al benessere.

Come nella produzione musicale di Carmen Consoli, anche in Pirandello la tragedia esistenziale viene spesso vista attraverso l’ottica di un umorismo amaro e paradossale. La cantautrice parlerà appunto a Stefano Accorsi – e tutti gli spettatori in ascolto – del valore quasi profetico assunto dall’opera di Pirandello, che non smette di essere attuale nello stile e nel tema, dal momento che ai giorni nostri le maschere sociali si sono moltiplicate, invece di essere combattute…

Commentate sui social network la nuova puntata della serie attraverso l’hashtag #ParoleCheRestano.