Paul Cézanne, maestro del colore

1 Ottobre 2013


Ha spalancato le porte alla modernità. Usando la rivoluzione impressionista come trampolino di lancio per immaginare – e creare – un’arte nuova, ardita nelle sue incredibili soluzioni formali. Le sue visioni, i suoi paesaggi spigolosi, sono stati fondamentali per accompagnare la pittura nel cuore del Novecento, ispirando figure fondamentali. Come quelle di Pablo Picasso ed Henri Matisse. Paul Cézanne è innegabilmente una figura fondamentale della cultura occidentale.

Con Cézanne in Provenza entriamo nell’immaginario di uno tra i pittori più importanti degli ultimi due secoli: un documentario eccezionale, costruito basandosi sulla recente completa retrospettiva allestita alla National Gallery of Art di Washington. Dalle sale del museo, con il racconto dell’allestimento della mostra e il contributo critico di studiosi e curatori, si passa ad una serrata indagine sul campo. In uno dei contesti più belli del Mediterraneo.

Cézanne nasce nel sud della Francia. E al sole del Midi  torna dopo aver conosciuto la frizzante scena artistica parigina, maturo e consapevole protagonista di una stagione irripetibile. Le telecamere si muovono per le strade della natia Aix-en-Provence, scoprono i colori e le luci della Camargue, si spingono fino alle pendici della leggendaria montagna Sainte-Victoire. Muto e inconsapevole soggetto per un quadro che ha segnato un’epoca.

Scritto e prodotto da Jackson Frost, Cézanne in Provenza si fonda su una ricca e documentata ricerca delle fonti. Basata sui carteggi dell’artista, ma anche sugli scritti di un altro illustre provenzale: Émile Zola, nato a Parigi ma trasferitosi fin dall’infanzia proprio ad Aix. Dove stringe una profonda amicizia con il giovane pittore, al quale presta idealmente – nel documentario – la sua eccezionale lucidità narrativa.

La curiosità – La portata di Cézanne è dimostrata anche dal successo che riscuotono in asta i suoi capolavori. È al momento l’opera d’arte più pagata al mondo una delle cinque versioni dei suoi Giocatori di carte : acquisita dalla famiglia reale del Qatar per una cifra prossima ai 250milioni di dollari.