Dodici pianisti per un evento unico

12 Giugno 2015

Piano Twelve, Padiglione The Waterstone Intesa SanPaolo, Expo 2015 Milano

A fine maggio, chi è giunto a Milano per vedere Expo 2015, ha avuto di certo una piacevole sorpresa. Dal 22 al 24 maggio, infatti, si è tenuta la quarta edizione di Piano City Milano, che ha reso l’intera città una sala concerti a cielo aperto, con oltre 350 eventi musicali diffusi ed esibizioni di musicisti di fama internazionale, come pure di talenti emergenti e semplici appassionati.

Vista l’incredibile occasione offerta dall’Esposizione Universale, i pianoforti e la cultura musicale sono naturalmente giunti anche lì, con un repertorio ampio e trasversale: dai Concerti Brandeburghesi al Volo del calabrone, fino a Nothing Else Matters dei Metallica.
È merito dell’ensemble Piano Twelve, se il Decumano di Expo 2015 ha risuonato per una sera di un medley concertistico che spaziava dalla grande musica classica alle hit pop più conosciute. A portare dodici pianoforti – e altrettanti interpreti eccezionali – è stata Intesa Sanpaolo, che ha ospitato la performance proprio davanti al suo padiglione, The Waterstone.

Lunedì 15 giugno, gli spettatori di Sky Arte HD avranno la possibilità esclusiva di assistere nuovamente al concerto con una visuale da primissima fila. Oltre a estratti dell’evento, che ha visto i dodici pianisti esibirsi in un live sincrono che ha del magico, avremo l’opportunità di conoscere meglio tre dei protagonisti della performance, che si raccontano e ci raccontano nel corso dell’intervista di come è nato il gruppo, delle difficoltà tecniche e creative che hanno affrontato per creare arrangiamenti così variegati per genere e linee melodiche, e degli obiettivi che si prefiggono. Perché, ben oltre il piacere di un virtuosismo portato ai massimi livelli esecutivi, Piano Twelve è innanzitutto un modo per avvicinare il grande pubblico alla musica classica e non.