Piccoli ballerini crescono. A Parigi

8 settembre 2014


Arrivano da ogni dipartimento della Francia, ma anche dall’Italia e dalle lontanissime Cina e Corea. Hanno di solito tra i quindici e i diciotto anni, ma i più giovani non arrivano ai dieci di anni di età: non è mai troppo presto per cominciare a sognare, meglio cominciare prestissimo ad applicarsi per raggiungere l’obiettivo che vale una carriera. Quello di andare A scuola di danza in uno dei luoghi più importanti del mondo. Parigi, ovviamente.

Sky Arte HD propone la serie che mostra il viaggio di formazione dei giovani allievi del “vivaio” dell’Opéra, uno tra i templi assoluti del balletto; uno show che amplifica i motivi di interesse proprio nel confronto con un altro format presentato su Sky Arte, quello che inquadra il medesimo percorso compiuti a New York dalle promesse della Juilliard. Due approcci differenti, due metodi di formazione diametralmente opposti, uniti dalla medesima tendenza all’eccellenza.

A Parigi si avverte il peso sublime di una tradizione secolare, il senso di appartenere a qualcosa che travalica il correre del tempo ed è – inconfutabilmente – Storia. Difficile se non impossibile stabilire i caratteri che determinano la selezione degli allievi e delle allieve: si dice che i candidati debbano essere “ballerini dentro” ; dimostrare cioè, al di là delle doti atletiche e del senso per l’armonia, di essere infiammati dal sacro fuoco di una passione innata.

Le telecamere seguono gli estenuanti allenamenti quotidiani, gli amorevoli rimbrotti di docenti al tempo stesso inflessibili e bonari; documentano i piccoli grandi miglioramenti dei ragazzi, che giorno dopo giorno, a costo di enormi fatiche, costruiscono il proprio futuro. Nella speranza di arrivare un giorno, chissà quanto lontano, a calcare il palco da sogno di uno scrigno della danza.

La curiosità – Entra nel corpo di ballo dell’Opéra ad appena diciotto anni, diventa prima ballerina solo quattro anni più tardi – siamo nel 2000. Nel 2013 ottiene il riconoscimento di danseuse étoile , il più alto possibile per una ballerina: Eleonora Abbagnato è la prima italiana a ricevere tale onore nella secolare storia del teatro parigino.


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close