Eric Clapton, tra rock e blues

26 Novembre 2013


Un ragazzino calmo, pacato, mai sopra le righe. Con un chiodo fisso: la musica. E un obiettivo: diventare uno tra i più grandi chitarristi di tutti i tempi. Ha dimostrato fin da giovanissimo una tenacia ammirevole, uno spirito di abnegazione nei confronti dell’arte di incredibile maturità. Un predestinato, Eric Clapton, dotato di una naturale predisposizione per la sei corde, passione irrefrenabile raccontata nel corso di una nuova puntata di Rock Legends.

Un viaggio di andata e ritorno lungo i sentieri del blues, amore di lunga data “tradito” per seducenti svisate nel rock, infine recuperato e sublimato grazie ad una tecnica di inarrivabile pulizia formale. Compositore dalla spiccata originalità, performer conteso da band di altissimo livello, autore di duetti che hanno fatto la storia della musica: Eric Clapton è, con il suo stile misurato e il tipico aplomb britannico, un vero e proprio gentleman della musica.

Ricche interviste ai suoi compagni di avventura permettono di ricostruire le tappe di una carriera straordinaria: cominciata al seguito di John Mayall e poi insieme a Yardbirds e Cream, tra i grandi precursori dell’hard-rock Anni Settanta; proseguita come solista, alternando stagioni più legate a sonorità mainstream ed altre segnate invece dal recupero delle amatissime e mai dimenticate radici blues.

Al racconto si alterna naturalmente, la musica. Con coinvolgenti pagine live e una documentata videografia: partendo da Layla  e dalla graffiante Sunshine Of Your Love , forse il brano più celebre inciso dai Cream, arrivando alla struggente Tears In Heaven , ispirata dalla tragica scomparsa del figlio Conor, vittima a soli quattro anni di un assurdo incidente domestico. Un’esperienza drammatica, esorcizzata grazie al potere salvifico della musica.

La curiosità – Williams o McLaren? Niente affatto: Ferrari! A dispetto del suo passaporto inglese Eric Clapton è un fan sfegatato del cavallino rampante, amico fraterno dell’ormai ex pilota di Maranello Felipe Massa e collezionista di preziosi modelli di rosse. Compresa l’unica (in senso letterale!) SP12 EC, commissionata su misura nel 2012