Amore e creatività, una storia senza fine

12 aprile 2016


Come ogni settimana, si rinnova l’appuntamento con Artists in Love, la nuova produzione Sky Arts Production Hub, condotta dalla famosa attrice Samantha Morton e dedicata alle storie d’amore più romantiche, controverse e originali nate fra pittori, musicisti, cantanti, ballerini e le loro muse.

L’inedito episodio in onda martedì 12 aprile vedrà protagonista un’incredibile coppia della musica, capace di sopravvivere al tempo e alle convenzioni, Richard Wagner e Cosima Liszt. Rispettivamente amico fidato e figlia illegittima di Franz Liszt – poiché nata dalla relazione del padre con la contessa Marie d’Agoult, conosciuta in veste di scrittrice con lo pseudonimo di Daniel Stern – il quarantenne Wagner, allora sposato con la cantante Minna Planner, e la sedicenne Cosima si incontrarono per la prima volta nel 1853. Cresciuta considerando il compositore tedesco una vera e propria leggenda della musica, la giovane Cosima non esitò a sposare, quattro anni più tardi, Hans von Bulow, direttore d’orchestra pupillo di Liszt, ma soprattutto buon amico e grande ammiratore di Wagner. Fu proprio lui a soccorrere il turbolento compositore, in balia dei debiti e di una vita dissipata, invitandolo a Vienna e dando così un nuovo impulso a una carriera presto divenuta sfolgorante. La relazione tra Cosima e Wagner travolse entrambi, venendo poi allo scoperto e costringendo i due ad abbandonare Monaco – dove Wagner aveva messo in scena il Tristano e I Maestri Cantori di Norimberga – e a rifugiarsi sul Lago di Lucerna. Nonostante lo scandalo, von Bulow, che venerava ciecamente l’amico, non si oppose all’amore fra i due, concedendo però il divorzio a Cosima solo nel 1870. Già genitori di tre bambini, Cosima e Wagner si sposarono, vivendo una matrimonio felice sullo sfondo di Bayreuth, dove Wagner diede vita a un festival incentrato sulle sue opere, messe in scena in un teatro progettato da lui. Dopo la sua morte, Cosima si dedicò al festival, seguendo con dedizione le volontà del marito.

Chiuderà la serata il racconto delle appassionate vicende di un’altra coppia, entrata negli annali del Novecento, Maria Callas e Aristotele Onassis. Nata a New York nel 1923 da una famiglia di origine greca, Maria Callas inseguì la propria passione verso la musica lirica sin dall’infanzia: a soli 11 anni vinse un premio radiofonico interpretando La Paloma. Il divorzio dei genitori la condusse in Grecia, dove la sua carriera prese il volo. Fu l’Italia, però, a regalarle il successo, trasformandola nella Diva osannata ancora oggi. E fu nel Belpaese, a Verona, che la Callas conobbe Giovanni Battista Meneghini, destinato a diventare suo marito nel 1949. Il matrimonio non ingranò, complice il travolgente incontro della Divina con Aristotele Onassis, armatore greco milionario, conosciuto a bordo del suo yacht ancorato a Venezia. Nel 1959, all’apice della fama come soprano, la Callas pose fine al matrimonio con Meneghini, iniziando una burrascosa relazione con Onassis, che contribuì a mettere a repentaglio una carriera sfolgorante. Passionale e distruttivo, il rapporto fra i due minò la qualità delle esibizioni canore della Callas, sempre più lontana dal successo che l’aveva accompagnata fino ad allora. Quando Onassis decise di lasciarla – preferendole Jacqueline Kennedy, vedova del Presidente degli Stati Uniti d’America – il declino fu inesorabile. Ritiratasi dalle scene, Maria Callas morì il 16 settembre 1977, a 53 anni, dopo una vita di successi fulminei e passioni turbolente.

Commentate sui social network la speciale serata utilizzando l’hashtag #ArtistsInLove.

[Immagine in apertura: Illustrazioni di Chiara Ghigliazza per Sky Arte HD]


Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close