Un viaggio tutto italiano

11 Maggio 2016


La serata di giovedì 12 maggio su Sky Arte HD sarà all’insegna delle meraviglie italiane, con due imperdibili itinerari che ci condurranno alla scoperta di luoghi mozzafiato e scorci segreti sparsi per il Belpaese, confermando la bellezza della geografia nostrana.

L’emozionante viaggio prenderà il via con un episodio della serie Sei in un Paese Meraviglioso. L’appuntamento è all’area di servizio di Murge Est, in Puglia, da cui partiremo per un’escursione a tappe fra la costa adriatica e il celebre altopiano. La prima destinazione sarà Molfetta, la perla dell’Adriatico meridionale. Una vera città marittima, un porto che nei secoli ha accolto genti di ogni dove, portatrici di influenze variegate e ricchissime. Procedendo verso sud sulla costa adriatica si trova Giovinazzo. Secondo la leggenda, fu Perseo a fondarla e dal mitico eroe figlio di Giove, “Jovis Natio”, deriverebbe il nome della cittadina. Addentrandoci nell’entroterra, approderemo a Ruvo di Puglia, con la sua imponente cattedrale costruita durante il dominio normanno. Muovendoci lungo il Tavolato, raggiungeremo il Parco Nazionale dell’Alta Murgia, istituito nel 2004. Ci affacceremo poi sul Pulo di Altamura, fra le più estese doline pugliesi, caratterizzate da pareti a fortissima pendenza. Osservandolo si potrebbe pensare a un vecchio cratere di origine vulcanica. In realtà, come sempre nelle Murge, si tratta di una conformazione carsica dovuta all’erosione del terreno. Proprio da questo fenomeno prende il nome il torrente che attraversa Gravina, profondamente legata alla terra sottostante. L’ultima tappa sarà a Bitonto, l’importante cittadina a pochi chilometri da Bari, che nel Seicento divenne uno dei maggiori centri dell’Italia dei Viceré.

A seguire, la seconda puntata della serie Italie Invisibili ci farà conoscere Il deserto di Accona e le Crete Senesi. Il documentario racconterà come siano nate dal mare, milioni di anni fa, le colline bianche, argento e gialle della campagna senese, e come queste abbiano ospitato, nel Medioevo, la formazione di pievi cresciute attorno a chiese affrescate. Conosceremo anche il carattere particolare dei nobili senesi, come Bernardo de’ Tolomei, che alternò costumi giovanili frivoli e lascivi al ravvedimento senile, quando fondò l’eremo di Monte Oliveto Maggiore, affrescato da Luca Signorelli e Antonio Bazzi, detto il Sodoma. Sui passi degli antichi pellegrini della via Francigena, giungeremo a Siena e visiteremo il Pellegrinaio nel complesso museale dell’Ospedale di Santa Maria della Scala. Da lì ammireremo la Cattedrale con la Maestà di Ambrogio Lorenzetti e il Palazzo Pubblico con l’affresco Allegoria ed Effetti del Buono e del Cattivo Governo, che ci riporterà sugli orizzonti del Deserto di Accona.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso gli hashtag #PaeseMeraviglioso e #ItalieInvisibili.