La storia della minigonna e delle bretelle

11 Maggio 2020

Pauline Black

I due nuovi episodi della serie Stili ribelli, in onda su Sky Arte mercoledì 13 maggio, ripercorreranno la storia di altrettante icone della moda giovanile salite alla ribalta negli scorsi decenni, dimostrando l’importanza della creatività delle nuove generazioni nel definire i grandi must dello stile.

Durante la prima puntata, lo scrittore e giornalista Paul Gorman, lo scrittore ed esperto di moda vintage Sam Knee, il batterista Kenney Jones e la PR Heather Tilbury Phillips chiameranno in causa la minigonna, capo di abbigliamento simbolo della emancipazione femminile e della libertà conquistata via via dalle donne con coraggio e determinazione all’interno della società, come dimostrato da Mary Quant, inventrice di un capo che ha segnato un’epoca.

A seguire Sam Knee e lo scrittore, giornalista e musicista Tony Face Bacciocchi parleranno delle bretelle, accessorio scelto sia dai mod sia dagli skinhead, movimento nato nell’Inghilterra degli anni Sessanta tra le file della working class. A indossare le bretelle erano anche i rude della Giamaica, giovani che ascoltavano ska, reggae, rock steady e che portarono queste tradizioni nel Regno Unito.


TAG >