Una notte partenopea

13 Maggio 2016

Pino Daniele si racconta in Nero a Metà

Città di meraviglie artistiche e di una invidiabile tradizione musicale, il capoluogo campano schiuderà le sue porte al pubblico durante la straordinaria Notte a Napoli, in onda sabato 14 maggio su Sky Arte HD. Un viaggio al confine tra suono e paesaggio, in compagnia di grandi interpreti internazionali.

Sky Arte e Red Bull Music Academy presentano Gomorra Sound, il documentario che darà il via alla serata. Una giornata alla scoperta delle tante anime musicali, diverse e spesso in conflitto tra loro, che restituiscono la complessità e il mistero di una delle città più affascinanti al mondo. Ventiquattro ore, dal mattino all’alba successiva, raccontate attraverso le voci, le storie, le rime e le melodie degli artisti che hanno contribuito alla colonna sonora della prima serie di Gomorra. Dalla band romana dei Mokadelic, in visita per la prima volta nei luoghi in cui è stata girata la serie da loro musicata, ai protagonisti della scena rap partenopea Lucariello, Luché e Ntò, passando per il mondo neomelodico e per personaggi di confine come Franco Ricciardi e Ivan Granatino. Fino a incontrare le nuove leve dell’hip hop napoletano, per scoprire con loro una scintilla di speranza nascosta nel cuore di Scampia.

A seguire, Radici, il film di Carlo Luglio, ci accompagnerà in un viaggio musicale nella memoria di una Napoli sotterranea – fatta di luoghi mitologici e antichi, come l’antro della Sibilla Cumana e il Tempio di Mercurio – ma anche di una Napoli “in superficie”, punteggiata di monumenti e quartieri intensamente vivi. Il tutto in compagnia delle performance di Enzo Gragnaniello con i Sud Express, che si alterneranno agli interventi degli artisti partenopei Tony Cercola, Marialuisa Santella, Enzo Moscato, Riccardo Veno, Franco Del Prete, James Senese, combinati a immagini cinematografiche di repertorio di una Napoli del dopo guerra e degli anni Settanta. Una sorta di musicarello incentrato sul presente e sul passato dal taglio leggero, che infonde emozioni musicali e visive con il proposito di regalare allo spettatore scorci di bellezza nostrana, ormai offuscata dalle continue rappresentazioni mediatiche del degrado umano e territoriale.

L’anima musicale di Napoli sarà ancora una volta protagonista dell’episodio della serie Joe on the Road, in compagnia di un musicista d’eccezione. Joe Bastianich, impegnato a percorre tutto il Belpaese alla scoperta di artisti che conservano la memoria storica e musicale della nazione, in questa puntata raggiungerà Napoli, svelandone tutti i segreti.

La serata si concluderà con una indimenticata voce partenopea. Il documentario Pino Daniele – Nero a metà vede il bluesman partenopeo accompagnarci per mano nei meandri della sua città, tra vicoli e piazze, scalinate e scugnizzi; rincontrando aromi e suggestioni di un tempo. Insieme al giornalista Luca Dondoni, Pino rievocherà per noi i momenti più importanti della sua carriera – le collaborazioni con Eric Clapton e Pat Metheny, Al Di Meola e Richie Havens –, passeggiando per via San Pietro a Majella, sede del Conservatorio dove l’artista si è formato e percorrendo le strade dove si incontrano i grandi maestri della tradizione popolare.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #NotteANapoli.