Maddalena Sisto, fra moda e arte

14 Aprile 2016


Giornalista, architetto, giramondo e, soprattutto, illustratrice, Maddalena Sisto ha saputo raccontare non solo le tendenze della moda e della società italiana nell’arco di un concitato Novecento, ma anche i desideri, le paure, le fantasie e le speranze della donna contemporanea. A lei, scomparsa nel 2000, Sky Arte HD dedica Il mondo di Mad, la pellicola in prima visione, prodotta da SteFilm e diretta da Anna di Francisca, in onda venerdì 15 aprile.

Cresciuta nella provincia nostrana degli anni Sessanta, Maddalena decise di rifugiarsi a Milano per inseguire il sogno di diventare una grande artista, unendo all’interesse per l’illustrazione quello nutrito sin dall’infanzia per la moda. Continuando a inseguire le proprie ambizioni, la Sisto ottenne un lavoro da giornalista, divenendo collaboratrice abituale di prestigiose riviste di moda come Vogue, Elle, The New Yorker. Complice un’eccezionale tenacia, i sui datori di lavoro iniziarono a pubblicare i suoi disegni.

Grazie a uno stile del tutto originale, capace di andare al di là del mero ritratto all’insegna del glamour, stilisti come Armani, Ferré, Missoni e Fiorucci iniziarono ad apprezzare la fantasia e l’immaginazione di Maddalena. I suoi soggetti, tutti femminili, evocano le donne scialbe e tristi incontrate durante l’infanzia, le “signorine” libere, sensuali e affascinanti del mondo della moda e le donne lievemente nevrotiche degli anni Ottanta e Novanta.

Con i 12.000 disegni sopravvissuti alla Sisto, l’incredibile materiale d’archivio e l’uso di animazioni appositamente realizzate, il film ci porta nell’imaginario di Mad, cartina tornasole di un’epoca e di un universo femminile dalle innumerevoli sfumature.