Verona e la dinastia scaligera

12 maggio 2017


È ancora tempo di Sette Meraviglie, la serie dedicata ad altrettante città simbolo del patrimonio artistico italiano. Un itinerario unico, tra arte, storia e architettura, che svela le bellezze di cui il nostro Paese è custode. Anche in questa stagione, attraverso immagini esclusive, realizzate grazie alle più moderne tecniche di ripresa, e all’ausilio di illustrazioni storiche, non mancheranno le curiosità in merito ai luoghi protetti dall’UNESCO.

L’episodio in onda lunedì 15 maggio su Sky Arte HD ci condurrà a Verona. Conosciuta in tutto il mondo come la “città dell’amore”, deve la sua fama a William Shakespeare e alla più tragica delle storie d’amore: quella di Romeo e Giulietta. Il nostro viaggio prenderà le mosse dal XIII secolo. Verona è una città ricca e popolosa, sulle rive dell’Adige sorgono magazzini, botteghe e a Piazza delle Erbe si svolgono gli affari. Famiglie rivali si contendono il potere ma una emerge sulle altre ed è la famiglia Della Scala.

La Signoria scaligera ha lasciato il segno del proprio passaggio nella storia artistica della città. Le Arche scaligere sono la testimonianza più forte della dinastia, la massima espressione dell’arte gotica. Il Palazzo della Ragione, all’epoca Banco di Giustizia, è oggi Galleria d’Arte Moderna. Il Palazzo del Podestà, chiamato anche il Palazzo di Cangrande, è stato allora il luogo del potere e ha continuato a esserlo anche in seguito.

E poi c’è Castelvecchio, antico maniero fatto erigere nel XIV secolo. Attualmente Castelvecchio è sede del Museo degli Affreschi Cavalcaselle, dove sono conservati preziosissimi frammenti dell’epoca scaligera e opere d’arte celebri in tutto il mondo firmate da Tiziano, Veronese e Tintoretto.

Commentate sui social network la speciale serata attraverso l’hashtag #SetteMeraviglie.