La grande Zelda

13 marzo 2020

Inseparabili, Carlo Lucarelli

La notte del 10 marzo 1948 un incendio divampa nelle cucine dell’Highland Hospital, un ospedale psichiatrico di Asheville, nella Carolina del nord. L’intera struttura è distrutta dalle fiamme e dieci donne vengono ritrovare completamente carbonizzate.

Tra loro c’è Zelda Sayre che era ricoverata lì da diversi anni e stava lavorando alla scrittura del suo secondo romanzo. Ma Zelda non era solo una scrittrice, era anche la moglie di Francis Scott Fitzgerald. Nella sua vita, vissuta al limite tra dipendenza dall’alcol e sregolatezze di ogni tipo, lei per tutti era solo la moglie di uno dei più importanti scrittori americani di tutti i tempi.

Aveva sgomitato, aveva combattuto per uscire dall’ombra così ingombrante del marito: aveva scritto dei racconti, un romanzo, aveva dipinto, ma era stato tutto inutile. La malattia mentale aveva preso il sopravvento e, nonostante le cure e i numerosi ricoveri in varie cliniche psichiatriche, la frustrazione per il mancato riconoscimento del suo valore non le lasciò scampo.

La sua storia è al centro dell’episodio della serie Inseparabili, condotta da Carlo Lucarelli, intitolato La grande Zelda, in onda su Sky Arte lunedì 16 marzo.