Una notte al confine del crimine

17 Dicembre 2015


Spaventoso e ammaliante, il crimine trova la sua ragione d’essere non solo nella cruda realtà, ma anche sul sottile confine tra cronaca e fiction. La Notte criminale in onda domani sera su Sky Arte HD ci condurrà nei meandri di furti di gioielli, traffici illegali e imprese illecite, descrivendo gli aspetti più torbidi di un’umanità senza scrupoli.

L’adrenalinica serata prenderà il via con Smash and Grab – La Storia delle Pantere Rosa, il mirabolante documentario in prima visione diretto da Havana Marking e incentrato sulle incredibili vicende delle Pantere Rosa, la gang considerata responsabile dei più clamorosi furti di gioielli al mondo. L’avvincente documentario pubblicato nel 2013 tenterà una ricostruzione dei famosi colpi realizzati dalla banda serba e montenegrina, accusata di aver sottratto 250 milioni di dollari a illustri gioiellerie sparse tra Ginevra, Parigi, Londra, Dubai e Tokyo. La pellicola si baserà sulle testimonianze di alcuni esperti della materia e sugli originali racconti di due membri della gang – Mike e Lela – la cui storia, per ovvie ragioni di anonimato, sarà narrata attraverso tecniche di animazione all’avanguardia.

La serata all’insegna del crimine proseguirà con un documentario che promette di svelare I segreti della guerra alla droga. La popolazione mondiale che si trova nelle carceri statunitensi, per reati legati proprio al consumo e alla vendita di stupefacenti, ha raggiunto il 25%. Un dato sconcertante, a partire dal quale il regista del documentario Eugene Jarecki solleva un dubbio legittimo: la lotta alla droga negli Stati Uniti può davvero definirsi un successo? Attraverso una rigorosa lettura dei fatti, basata su testimonianze, documenti e ricostruzioni dei passaggi storici più rilevanti, il regista sosterrà una tesi controversa, fondata sulla necessità di rivedere obiettivi e modalità di questa guerra sociale.

Come fare soldi vendendo droga è invece la domanda, schietta e diretta, che si pone l’autore Matthew Cooke: il suo docu-film si inserisce nel filone del cinema-verità, portato al successo da grandi nomi come quelli di Michael Moore, Morgan Spurlock ed Errol Morris, che giocano sul filo dell’ironia e del cinismo per affrontare problematiche di grande importanza.
A parlare saranno spesso gli “addetti ai lavori”, ex-spacciatori in grado di fornire il più veritiero spaccato di un fenomeno altrimenti sommerso. Diversi anche i nomi illustri coinvolti – volontariamente – nell’inchiesta: dal “consumatore” Eminem a Susan Sarandon, da lungo tempo impegnata a combattere la severità delle pene comminate agli spacciatori – per lo più semplici pedine di un gioco condotto a ben altri livelli.

Commentate con noi la speciale serata sui social network seguendo l’hashtag #NotteCriminale.